Esibizione di Nek al Twiga di Santanché: si balla e si canta senza mascherine anti Covid

di Redazione Bufale |

Nek
Esibizione di Nek al Twiga di Santanché: si balla e si canta senza mascherine anti Covid Bufale.net

Ci sono conferme questo giovedì sulla vicenda che, almeno in parte, riguarda il noto cantante Nek, esibitosi al Twiga a Forte dei Marmi. Le pagine social dello stesso cantante e del locale non mostrano quanto avvenuto la sera del 26 agosto all’interno del locale gestito tra gli altri anche da Daniela Santanché, dal canto suo già protagonista di un’uscita che di recente si è rivelata non corretta su Flavio Briatore ed il presunto “non-contagio” da Coronavirus. Ne abbiamo parlato nella giornata di ieri, mentre ora tocca concentrarsi su quanto registrato in Sardegna.

Balli e canti sulle note di Nek al Twiga di Daniela Santanché

Cosa sappiamo a proposito della recente performance di Nek al Twiga di Santanché? Apparentemente, la serata non violava le disposizioni anti Covid-19 che, lo ricordiamo, da poco meno di due settimane prevedono la chiusura delle discoteche. Questo, per evitare balli e canti che potrebbero far venir meno il distanziamento sociale, fondamentale in un periodo caratterizzato dall’arrivo sulla scena di preoccupanti focolai a proposito del Coronavirus.

A trattare la vicenda della serata organizzata ieri sera, nel dettaglio, una fonte come TPI. Abbiamo analizzato i tag che si individuano nelle foto usate dai colleghi ed in effetti in alcune “stories Instagram” (non vi riportiamo i nomi dei profili per questioni di privacy) è possibile risalire a video registrati ieri sera. Dunque, la contestualizzazione “temporale” al 26 agosto è corretta, con Nek che ha cantato al Twiga di Daniela Santanché, senza che i gestori del locale abbiano fatto rispettare le disposizione dettate dal suddetto decreto. Ci sono poi alcune foto Instagram che confermano la presenza del cantante ieri sera, presso il locale in questione.

Formula “cena più musica” per gli ospiti, ma in breve tempo, dopo le prime canzoni di Nek, i clienti hanno dato il via alle danze, contravvenendo dunque ai dogmi imposti dal decreto relativo alla chiusura delle discoteche. Come se non bastasse, nonostante fossero evidentemente superate le 18 ed il Twiga per forza di cose contempli assembramenti, in pochissimi nei video amatoriali utilizzano le mascherine.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News