Era diretto molto più a Sud l’uomo giunto da Como a Fano a piedi dopo la lite con la moglie

di Redazione Bufale |

da Como a Fano a piedi
Era diretto molto più a Sud l’uomo giunto da Como a Fano a piedi dopo la lite con la moglie Bufale.net

Continua a tenere banco la storia dell’uomo arrivato da Como a Fano a piedi, con il chiaro intento di sbollire la rabbia in seguito all’ennesima lite con la moglie. Un episodio curioso, che questa settimana fa il paio con la storia delle scale elettriche in Camerun, secondo il nostro approfondimento di ieri. Una ricostruzione molto particolare, quella trapelata ad alcuni giorni di distanza dalla vicenda, che la dice lunga sulla storia di questa persona, la cui identità ovviamente non è stata svelata.

Dove era diretto l’uomo giunto da Como a Fano a piedi

In tanti, in settimana, hanno creduto erroneamente che l’uomo giunto da Como a Fano a piedi fosse giunto a destinazione. Insomma, una lunghissima passeggiata di oltre 400 km, portata a termine a fatica e con piena soddisfazione. Magari per concedersi qualche giorno di tregua dal turbolente rapporto con la moglie. Nulla di tutto questo, almeno stando alle informazioni che sono state fornite in giornata da Giornalettismo. Il sito in questione, a sua volta, cita le “indagini” condotte da Il Resto del Carlino.

Errore, dunque, alla base della lettura di tutti noi di questa vicenda. Un uomo cammina da Como a Fano, ma fonti interne al commissariato dove successivamente è stato condotto ci dicono che in realtà il suo intento fosse quello di recarsi presso il santuario di San Pio a San Giovanni Rotondo. Dunque, la volontà era quella di arrivare addirittura in Puglia. Un dettaglio, questo, che rende ancora più incredibile la storia, dopo i tanti km percorsi. A tal proposito, va aggiunto che l’uomo sia arrivato a Milano con il treno.

Inutile dire che, al di là della risata che in tanti si sono fatti apprendendo la storia dell’uomo che cammina ed arrivato da Como a Fano a piedi dopo l’ennesima discussione con la moglie, i rischi per la sua salute sono stati notevoli. Fortunatamente, una volante dei Carabinieri lo ha intercettato durante il coprifuoco. Tuttavia, vogliamo portare alla vostra attenzione un altro punto di vista che, al netto di quanto emerso di recente, getta un po’ di dubbi sull’autenticità della vicenda.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News