Ecco il magistrato che ora indaga Salvini in una foto da giovane

di Luca Mastinu |

Ecco il magistrato che ora indaga Salvini in una foto da giovane Bufale.net

Le bufale su Said Chaibi, consigliere comunale di Treviso, continuano di pari passo con le notizie circa il processo al Ministro dell’Interno Matteo Salvini. In una foto diffusa sui social Chaibi viene spacciato per il magistrato che sta svolgendo le indagini nei confronti del vicepremier:

Eccolo qui il magistrato da giovane, quello che ora indaga Salvini. C’erano dubbi? Tutti fugati da questa immagine.

Come avevamo specificato in uno scorso articolo, i viralizzatori più incalliti e sgrammaticati accostano il Pubblico Ministero Luigi Patronaggio al consigliere Said Chaibi, cercando odio e disprezzo con una foto che mostra quest’ultimo con una bandiera di Rifondazione Comunista alle spalle.

Luigi Patronaggio, nell’estate 2018, aveva aperto un fascicolo di indagine a carico di Matteo Salvini per il divieto di sbarco durato 5 giorni della nave Diciotti. In contemporanea un gruppo di cittadini di Treviso aveva depositato una denuncia alla Procura contro Matteo Salvini per istigazione all’odio razziale. Tra i firmatari c’era anche Said Chaibi, ma i viralizzatori – non è dato sapere se fosse intenzionale o no – lo hanno subito accostato a Patronaggio, addirittura scambiando tra loro le due persone.

Luigi Patronaggio

Lo scatto usato per diffondere l’effige di Chaibi e spacciarla per un’immagine di Patronaggio da giovane, tra l’altro, è protetta da copyright, trattandosi di uno scatto di un fotografo professionista.

Stiamo parlando dunque di una bufala vecchia tornata alla ribalta con le ultime notizie sul processo a Matteo Salvini, nonostante le ripetute smentite e l’evidente falsità raccontata nell’immagine. Said Chaibi non è il PM che ha aperto le indagini sul Ministro dell’Interno; la sua connessione con Matteo Salvini si esaurisce nell’esposto presentato nel mese di agosto alla procura di Treviso per istigazione all’odio razziale, ma non ha mai avviato indagini contro il vicepremier.

In breve, e in logica: Said Chaibi non è Luigi Patronaggio e mai lo sarà.

 

 

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News