È reale la frase attribuita a Magdi Cristiano Allam sull’autoinvasione e sui privilegi agli immigrati

di Luca Mastinu |

È reale la frase attribuita a Magdi Cristiano Allam sull’autoinvasione e sui privilegi agli immigrati Bufale.net

I nostri lettori ci segnalano un’immagine con citazione di Magdi Cristiano Allam in circolazione su Facebook. Il post attribuisce all’autore di Viva Israele una frase in cui si parla dell’Italia come Paese che promuove l’autoinvasione e privilegia gli immigrati ai danni degli italiani.

L’Italia è l’unico Stato al mondo che ha legittimato la clandestinità e con le missioni del Mediterraneo ed è l’unico Stato che promuove l’autoinvasione, dando privilegi agli immigrati e li neghiamo agli italiani.

Magdi Allam

La frase attribuita a Magdi Allam è reale e la troviamo all’interno di un post pubblicato sulla sua pagina Facebook ufficiale il 5 aprile 2016:

Buongiorno amici. L’Italia è ancora uno stato di diritto? Esiste o non esiste la legge in Italia? L’Italia è ancora uno Stato sovrano o siamo una terra di nessuno? Sono domande che s’impongono dopo che ieri a Cagliari circa 70 clandestini hanno paralizzato per tutta la giornata il centro della città occupando per 5 ore il largo Carlo Felice.
Questi clandestini, che i giornali e le televisioni si ostinano a chiamare “migranti” come se fossero uccelli che si trasferiscono da un posto all’altro senza una connotazione giuridica, sono sfilati per le vie del centro del capoluogo della Sardegna con un cartello recante questa scritta in inglese: “Nessuno ci prenderà le impronte digitali in Italia”. Sono loro stessi a confermarci che non solo sono clandestini, ma che si oppongono a farsi identificare, così come è tenuto a fare qualsiasi cittadino o residente all’interno del territorio nazionale di qualsiasi Stato al mondo.
Ma evidentemente l’Italia è diventato l’unico Stato al mondo che non solo ha legittimato la clandestinità, ma è soprattutto l’unico Stato al mondo che finanzia con risorse illimitate l’auto-invasione di clandestini, trattandoli come se fossero esseri superiori rispetto ai cittadini, accordando ai clandestini ciò che viene negato a 12 milioni di italiani poveri. Ne abbiamo avuto riprova ieri quando i clandestini, dopo aver commesso ripetuti reati, a partire dall’ingresso illegale al rifiuto dell’identificazione, dalla manifestazione non autorizzata al blocco del traffico nel centro del capoluogo regionale, anziché essere sanzionati sono stati premiati.
A bordo di mezzi pubblici appositamente adibiti, i clandestini sono stati riportati con tante scuse nell’albergo “di Pirri”, alla periferia di Cagliari, trasformato in un centro di accoglienza, dove beneficiano gratuitamente di vitto, alloggio, sigarette, ricarica del cellulare, due euro e mezzo al giorno per ulteriori spese personali. Tutto a carico degli italiani! Ma neanche questo gli sta bene. Questi clandestini vogliono essere trasferiti altrove, la Sardegna non è di loro gradimento. E chi ci governa ovviamente li asseconderà. Non sia mai che i clandestini non siano del tutto appagati!

L’episodio di Cagliari era stato riportato anche dalla stampa nazionale. La frase attribuita a Magdi Cristiano Allam è dunque reale ed è ancora presente nella sua pagina Facebook.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News