Due ragazzi denunciati per aver protestato contro Matteo Salvini

di Luca Mastinu |

Due ragazzi denunciati per aver protestato contro Matteo Salvini Bufale.net

Una notizia altamente condivisa in queste ore riporta che due ragazzi sono stati denunciati dopo aver contesstato Matteo Salvini a Oristano, in un’occasione in cui il vicepremier si trovava nel capoluogo sardo per un tour elettorale.

L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono, cibo e spazio all'aperto

Come riporta Next Quotidiano la vicenda è arrivata all’attenzione degli organi di stampa a seguito di un intervento della deputata Romina Mura del Partito Democratico il 19 febbraio:

La vicenda

Il 16 gennaio Matteo Salvini si trovava in piazza Eleonora, a Oristano, per un comizio elettorale. Due ragazzi stavano protestando a gran voce contro il Ministro dell’Interno e uno di essi era stato raggiunto e allontanato da alcuni uomini della Polizia che in quel momento erano impegnati nell’apparato di sicurezza. In seguito i due ragazzi hanno contestato le misure adottate dai poliziotti, e gli agenti hanno ritenuto opportuno denunciarli per resistenza a pubblico ufficiale.

Romina Mura riporta, inoltre, che vi è una terza persona denunciata per i fatti del 16 gennaio. Una ragazza, in quella occasione, stava affiggendo manifesti che contestavano la politica sui migranti adottata da Salvini, e per questo è stata denunciata per affissione abusiva. Queste denunce, appunto, sono state rese note dalla deputata Mura.

La confusione con i contestatori comparsi in video nelle ultime ore

Tuttavia dobbiamo precisare che non si tratta dei due ragazzi protagonisti dei video provocatori contro Matteo Salvini, nei quali attiravano il vicepremier con la scusa del selfie per poi provocarlo in un primo caso e insultarlo in un secondo caso, proprio perché le denunce ai contestatori interessano un fatto accaduto un mese fa.

il comizio di salvini a oristano (l unione sarda sanna)
16 gennaio 2019, Matteo Salvini nel comizio a Oristano (L’Unione Sarda) 

Perché “precisazioni”?

Parliamo di “precisazioni” perché, come riportano le testate e come afferma la deputata Romina Mura, la denuncia a carico dei due contestatori di Oristano non è dovuta al loro dissenso contro Salvini, bensì alla resistenza che avrebbero opposto contro le forze dell’ordine una volta individuati e trattenuti. Romina Mura afferma che i ragazzi stavano manifestando in modo pacifico e che avevano trovato eccessive le misure adottate dai poliziotti, per questo si appellavano alla libertà di espressione.

La ragazza, invece, è stata denunciata per affissione abusiva e non perché i suoi volantini esprimevano dissenso contro Salvini. A seguito di queste due denunce la deputata Mura ha affermato che presenterà un’interrogazione parlamentare. Inoltre non siamo ancora a conoscenza sulle modalità adottate dai giovani per protesta e contro Salvini e contro le forze dell’ordine.

Riepilogo

  • Il 16 gennaio Matteo Salvini si trovava a Oristano per un tour elettorale. In Piazza Eleonora d’Arborea due ragazzi lo contestavano e per questo venivano raggiunti, identificati e trattenuti dalle forze dell’ordine. I due giovani dissentivano dalle misure adottate dai poliziotti e per questo venivano denunciati per resistenza a pubblico ufficiale;
  • Insieme a loro, una ragazza veniva denunciata per affissione illegittima dopo aver esposto volantini che contestavano le politiche del Ministro dell’Interno sui migranti;
  • I ragazzi denunciati non sono quelli che in questi giorni si sono resi protagonisti degli sfottò contro il vicepremier nell’inganno di un selfie. La vicenda ha avuto luogo un mese fa.

 

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News