Doppio passo indietro di Zangrillo su Covid e Berlusconi asintomatico: “Ho usato tono stonato”

di Redazione Bufale |

Zangrillo
Doppio passo indietro di Zangrillo su Covid e Berlusconi asintomatico: “Ho usato tono stonato” Bufale.net

Fa rumore la conferenza stampa tenuta oggi dal noto medico Zangrillo, che segue da vicino i casi di Briatore e Berlusconi, di recente risultati positivi al Covid, oltre ad aver rilasciato alcune dichiarazioni nei mesi scorsi in TV a proposito del Coronavirus che hanno creato non poche discussioni. Ebbene, dopo aver specificato in quel frangente in quale direzione sia andata la sua parziale marcia indietro (in un primo momento, in televisione, disse chiaramente che il virus fosse clinicamente morto), oggi 4 settembre il focus si sposta per forza di cose sul leader di Forza Italia.

Cosa ha detto Zangrillo in conferenza stampa sul Covid e su Berlusconi asintomatico

In particolare, ci sono due aspetti della conferenza stampa tenuta oggi da Zangrillo sui quali ci dobbiamo assolutamente soffermare, in modo da chiudere (almeno per ora) il capitolo riguardante uno dei medici più discussi durante l’emergenza Covid. Come riporta Giornalettismo e come si potrà notare in parte tramite il video a fine articolo, infatti, è arrivata una presa di posizione del diretto interessato, dopo aver dichiarato in un primo momento che Berlusconi fosse asintomatico:

“Abbiamo rilevato una positività in un soggetto che ho definitio asintomatico. Nel volgere di qualche ora, nella giornata di ieri, in una situazione di assoluta tranquillità, ho ritenuto di fare una visita e ho rilevato un blando coinvolgimento polmonare. Il regime di ricovero è normale. Il paziente non è intubato, respira spontaneamente”.

Il comunicato di Zangrillo, che aveva definito Berlusconi asintomatico, aveva fatto molto rumore, soprattutto dopo alcune confessioni di Briatore. A detta di quest’ultimo, il medico aveva categorizzato come semplice “raffreddore” l’attacco febbrile dell’imprenditore, giunto poco prima di scoprire di essere positivo al Covid-19. Dunque, il ricovero di Berlusconi è stato determinato da un successivo e blando coinvolgimento polmonare.

Successivamente, Zangrillo ha commentato anche le sue frasi in TV, quando a maggio disse che il Covid fosse ormai clinicamente morto. Presa di posizione, quella, che aveva alimentato le teorie complottiste e negazioniste. In questo caso, riportando TGCom, emerge l’ulteriore passo indietro del medico, che ammette di aver usato un “tono stonato” scegliendo quelle parole. Ecco il video con uno scorcio della conferenza stampa di Zangrillo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News