DISINFORMAZIONE Si Sposa con un’IMMIGRATA, lei si fa intestare tutto, poi lo butta fuori di casa!

di Luca Mastinu |

DISINFORMAZIONE Si Sposa con un’IMMIGRATA, lei si fa intestare tutto, poi lo butta fuori di casa! Bufale.net

disinformazione vincenzo fedele

Ci segnalano questo articolo comparso su SocialBuzz il 6 Settembre 2016:

“Vivo in un furgone da 3 mesi e la disperazione adesso è più grande di qualsiasi pudore – dice Vincenzo – Non ce la faccio più. Sono dimagrito dieci chili. Vado a mangiare a casa di qualche amico che non mi ha voltato le spalle, ma è il dolore che sto provando che mi uccide”.

Questo calvario ebbe iniziato lo scorso 28 maggio quando da allora non ha più rimesso piede nella sua casa, abitazione che ha intestato alla moglie di origine moldava, ed è andato a vivere nel suo vecchio furgone: “Mi sono rinchiuso qui dentro per un fatto che non ho mai commesso – racconta Vincenzo – Dopo 13 anni insieme, di cui dieci di matrimonio, alla fine di maggio ho avuto un grosso litigio con i suoi due figli (si è sposato con la donna in seconde nozze dopo la morte della prima consorte), il ragazzo di 23 anni e la sorella di 20 che ho amato e cresciuto come fossero miei. E lei ha sporto così una denuncia contro di me con l’assurda accusa di averla molestata sessualmente quando era bambina, dieci anni fa. La mia vita è stata drasticamente stravolta dall’oggi al domani».

Momentaneamente il processo su tale vicenda non è ancora iniziato e nell’attesa che le autorità giudiziarie diano la sentenza, la casa è stata occupata da moldavi: “Sono incensurato – aggiunge Vincenzo – e ho condotto una vita di sacrifici. Ora mi ritrovo senza più nulla. A distanza di dieci anni e senza mai alcun sentore in casa, c’è chi mi accusa di un qualcosa di così infamante. Un fulmine a ciel sereno. Sono stato quindi ripudiato. Respinto. Allontanato. Sto cercando di reagire, ma non è facile. Rivolgo ora un accurato appello per qualsiasi offerta di lavoro”.

“Ogni giorno spero di svegliarmi al accanto a mia moglie, e capire che è stato tutto un brutto sogno. ”

Ciò che colpisce è il sensazionalismo del titolo, che un lettore disattento potrebbe interpretare così: si sposa un’immigrata QUINDI lei si fa intestare tutto QUINDI poi lo butta fuori casa. Una manovra di disinformazione che intacca tre punti cardine del problema cyber-razzismo: le donne non italiane sposano gli italiani per poi farsi intestare tutto e dare un calcio alla gratitudine. Quel “si fa intestare tutto” del titolo non ha riscontri, perché nel contenuto viene dichiarato che “da allora non ha più rimesso piede nella sua casa, abitazione che ha intestato alla moglie di origine moldava. Non si dice, dunque, che l’intestazione fosse un atto forzatamente voluto dalla moglie.

Ancora, il titolo recita “poi lo butta fuori di casa”, senza dare accenno ai retroscena. Questi ultimi compaiono sempre all’interno dell’articolo stesso: la causa scatenante della cacciata del signor Fedele è stata una denuncia da parte della figlia della compagna moldava, che lo ha accusato di molestie sessuali subite quando questa si trovava ancora in tenera età. Nell’attesa dei tempi dell’iter processuale l’uomo è stato allontanato da casa e ora vive in un furgone assieme al suo rottweiler, Dea. Lo conferma Il Giorno in un articolo del 3 Settembre 2016. In merito all’intestazione della casa possiamo leggere:

Un calvario, il suo, iniziato lo scorso 28 maggio. Da allora non ha più rimesso piede nella sua graziosa villetta (intestata alla moglie di origine moldava).

“Intestata alla moglie”, per l’appunto, non “che la moglie si è fatta intestare”. Anche Il Giorno ci spiega che il signor Fedele è stato allontanato da casa dalla famiglia in seguito all’accusa di molestie contro la figlia.

Sul suo profilo Facebook ha postato la foto di un articolo di giornale che racconta la sua storia e della gara di solidarietà che si sta compiendo per dargli più conforto e ristoro.

paper

È dunque vera la storia di Vincenzo e del suo calvario iniziato il 28 Maggio; è dunque vero che l’uomo sia sposato con una donna straniera ed è vero, infine, che quest’ultima abbia deciso di allontanarlo di casa. È certo tendenzioso da parte di SocialBuzz porre la parola “immigrata” in maiuscolo, perché per via della disinformazione dilagante possiamo ormai rassegnarci nel dire che questo vocabolo ha assunto un’accezione negativa e denigratoria.

È pura disinformazione, in pratica, l’intero titolo proposto da SocialBuzz. Fuorviante, racconta una versione della verità molto comoda per conquistare un sempre più ampio bacino di lettori e commentatori compulsivi. In che senso? Già fioriscono commenti che parlano di “donne straniere che fanno sempre così”.

Missione compiuta per la disinformazione.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News