DISINFORMAZIONE Renzi taglia la reversibilità alle vedove e la estende alle coppie gay – Bufale.net

di David Tyto Puente |

DISINFORMAZIONE Renzi taglia la reversibilità alle vedove e la estende alle coppie gay – Bufale.net Bufale.net

disinformazione-renzi-toglie-alle-vedove-per-dare-agli-omosessuali
La polemica sulle unioni civili terrà banco ancora per molto tempo, soprattutto ora che ci saranno i primi voti al Senato. Tra gli articoli più “incredibili” in seguito alla discussione del disegno di legge delega del Governo e le pensioni di reversibilità (spiegati in un precedente articolo) c’è quello de Il Giornale intitolato “Renzi taglia la reversibilità alle vedove e la estende alle coppie gay“:

L’ultimo schiaffo ai pensionati. Renzi taglia lae pensioni di reversibilità alle vedove: saranno legate all’Isee. Nel frattempo il ddl Cirinnà la estende alle coppie gay. L’ira di Gasparri: “Ingiustizia sociale che va a colpire le persone più deboli”
“È incredibile che il governo italiano stia pensando di tagliare le pensioni di reversibilità per i vedovi e le vedove e al tempo stesso le estenda alle coppie gay”.
Maurizio Gasparri smaschera Matteo Renzi. Esponenti vicini al premier vogliono rivedere le pensioni di reversibilità, ovvero quelle erogate agli eredi alla morte del pensionato o del lavoratore che muore avendo maturato i requisiti per l’assegno. Peccato che, una volta approvato il ddl Cirinnà sulle unioni civili, le coppie omosessuali godranno della reversibilità che viene, invece tagliata alle vedove.

L’articolo si basa sulle dichiarazioni di Maurizio Gasparri in cui avrebbe “smascherato” qualcosa che legherebbe in qualche modo il disegno di legge Cirinnà e quello delle pensioni di reversibilità del Governo. Se quest’ultimo è stato etichettato come una “fregatura” per gli italiani, quale sarebbe il beneficio per le coppie omosessuali? La risposta è semplice: la stessa “fregatura”.
Innanzitutto Gasparri parla ancora del nulla, siccome non vi è stata ancora approvato il disegno di legge sulle Unioni Civili e non è stato discusso neanche in commissione il disegno di legge sulle pensioni di reversibilità.L’obiettivo è quello di aumentare le polemiche sulla discussione del disegno di legge Cirinnà, obiettivo centrato in alcuni lettori visto certi commenti:
 

commenti-il-giornale
Ecco svelato il vero motivo di tutta questa febbre per le unioni civili.La reversibilità. Di stato. Grazie alle pressioni delle lobbies dei gay. Chissà se c’entra pure la Boldrini che è stata messa nello scranno più alto grazie al gay Vendola che fa parte del suo partito.
Signori del Giornale, ve ne accorgete adesso? Quando mai le lobbies si muovono senza fregare i soldi a qualcuno?
sai che orgogliose vedove e vedovi? Cosa vuoi che sia un po di denaro in meno se questo serve a sostenere le nuove “coppie”……

Nel mondo dei “se”

Mettiamo caso che entrambi i disegni di legge diventassero legge di Stato. Cosa succederebbe?
Partendo dalle basi ed in primo luogo, tale pensione viene corrisposta ai parenti superstiti (coniuge vedovo o vedova e ai figli) del pensionato o del lavoratore che muore avendo però maturato i requisiti per l’assegno. Che sia esso etero o omosessuale nulla cambia, il lavoro c’è stato e i contributi sono versati.
In secondo luogo l’eventuale legge sulle pensioni di reversibilità non va ad intervenire sulle erogazioni già in atto. Non viene tolto nulla alle attuali vedove che la percepiscono.
Terzo e ultimo punto, non vi è alcun dubbio che se venisse introdotto il sistema proposto dal disegno di legge sulle pensioni di reversibilità le coppie omosessuali dovranno attenersi alle stesse regole e fregature delle coppie etero. Pensate che lo stesso articolo de Il Giornale lo fa notare, ma in fondo in fondo:

La mossa dei renziani scontenta alle le associazioni omosessuali che, pur godendo dei privilegi introdotti dal ddl Cirinnà, temono di vedersi ridurre garanzie e tutele. “Da una parte si mette sulla carta un diritto, quello alla reversibilità, dall’altra lo si abolisce – tuona Fabrizio Marrazzo, portavoce di Gay Center – si vuole smantellare lo stato sociale lasciando soprattutto gli anziani senza assistenza”.

In sostanza, verrebbero tolti i soldi alle vedove per darle alle coppie omosessuali? Assolutamente no, sarebbero trattati allo stesso modo, nessun “privilegio particolare” e nessuno “spostamento di denaro”. La polemica mossa da Gasparri e da Il Giornale è completamente inutile e dannosa ai fini dell’informazione.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

    Latest News