DISINFORMAZIONE Papa Francesco concede l’immunità a un prete reo di reati pedopornografici

di Bufale.net Team |

DISINFORMAZIONE Papa Francesco concede l’immunità a un prete reo di reati pedopornografici Bufale.net

Papa Francesco ha concesso l’immunità diplomatica ad un diplomatico dello Stato del Vaticano sospettato di aver commessi reati pedopornografici negli Stati Uniti.

Cominciamo dalla componente vera della notizia: la città del Vaticano, guidata ovviamente dal suo capo di Stato, ovvero il Papa, ha rifiutato una richiesta americana di rinunciare all’immunità diplomatica di Monsignor Carlo Alberto Capella.  Così ha chiuso, di fatto, ogni possibilità che Capella possa essere perseguito negli Stati Uniti per le accuse di pedopornografia.

La parte falsa della notizia è che Papa Francesco non ha concesso alcuna immunità diplomatica a Capella, visto che quest’ultimo possiede già lo status di default.

Qualche settimana fa, una corte di giustizia a Città Del Vaticano ha dichiarato colpevole e condannato Monsignor Carlo Alberto Capella, un ex diplomatico, dopo le sue ammissioni circa il possesso e la diffusione di materiale pedopornografico durante il suo incarico negli Stati Uniti.

In risposta a quanto accaduto, YourNewsWire.com, che ha alle spalle una lunga lista di precedenti per la diffusione di notizie false e incomplete, ha puntato il dito contro Papa Francesco, sostenendo che il Pontefice avesse concesso l’immunità diplomatica a Capella.

Quando le autorità vaticane hanno richiamato Capella dal suo posto a Washington verso la fine dell’anno scorso, hanno annunciato che lo Stato del Vaticano aveva già aperto un fascicolo d’indagine su di lui, evidenziando che, in questo caso, è stata fatta rinuncia dell’immunità diplomatica, con l’obiettivo di riportare Capella entro i confini dello Stato Vaticano, come successivamente è stato fatto, visto che la condanna è stata di cinque anni, il massimo previsto dalla legge dello Stato del Vaticano.

 

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News