DISINFORMAZIONE Olanda e la legge "Ride for a Rive": sesso in cambio di lezioni di guida – Bufale.net

di David Tyto Puente |

DISINFORMAZIONE Olanda e la legge "Ride for a Rive": sesso in cambio di lezioni di guida – Bufale.net Bufale.net

disinformazione-legge-olanda-sesso-lezioni-scuola-guida
Tutto è partito da un articolo de Il Messaggero del 20 dicembre 2015 dal titolo “Olanda, gli istruttori di guida possono offrire agli allievi maggiorenni lezioni in cambio di sesso“, che riportiamo di seguito:

Gli istruttori di guida in Olanda sono ora legalmente autorizzati ad offrire lezioni di guida in cambio di sesso agli allievi maggiorenni, ma non è legale il contrario, come è stato chiarito dal Governo dopo le polemiche innescate dalla nuova legge, denominata “Ride for a Ride”.
La prostituzione è legale in Olanda, così se una persona è in possesso della licenza per esercitare la professione e paga le tasse sul suo lavoro, con questa nuova legge può effettuare lo scambio di prestazioni.
Non tutti hanno preso bene la nuova legge, tra questi il cristiano conservatore Gert-Jan Segers, che ha chiesto di rendere illegale la pratica. Ha detto che gli studenti potrebbero non avere alcuna licenza per esercitare la prostituzione e non sarebbero in grado di dichiarare le prestazioni ai fini fiscali.
Il ministro dei trasporti Melanie Schultz van Haegen e quello della giustizia Ard van der Steur hanno difeso la legge in una lettera al parlamento. “Non si tratta di offrire attività sessuali dietro compenso, ma a chi offre una lezione di guida”.

Di seguito ne ha parlato Il Fatto Quotidiano con l’articolo del 22 dicembre 2015 dal titolo “Olanda, sesso in cambio di lezioni di guida: è la legge “Ride for a Ride”“:

Pagare le lezioni di guida con prestazioni sessuali: è quanto stabilisce un legge approvata in Olanda. Il “requisito” per poter approfittare di questa forma di “pagamento” sono i diciotto anni di età. E’ invece illegale il contrario, ovvero offrire lezioni in cambio di sesso.
La legge è conosciuta come “Ride for a Ride” e c’è chi non è molto favorevole all’iniziativa: Gert-Jan Segers, leader del partito ‘Christen Unie’, ha presentato un’interrogazione al Parlamento chiedendo che la pratica sia bloccata e considerata illegale. Hanno invece difeso la legge il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Melanie Schultz van Haegen, e il ministro della Giustizia, Ard van der Steur

Davvero in Olanda hanno approvato una legge del genere? Assolutamente no. Prima de Il Messaggero ed Il Fatto Quotidiano ne aveva parlato dal Regno Unito il Telegraph, il 18 dicembre, ma senza menzionare una fantomatica legge. Si parlava, invece, di un’interrogazione a cui il Governo aveva risposto in merito ad una questione specifica.

La vera storia

Tutto è partito da Rotterdam, dove la polizia stava indagando su alcuni casi insoliti dove alcuni istruttori di una scuola guida si facevano pagare le lezioni con prestazioni sessuali. Di fronte a tale notizia il deputato Gert-Jan Segers del partito cristiano “ChristenUnie” ha presentato un’interrogazione parlamentare al Governo per chiedere se tale pratica viola le leggi olandesi sulla prostituzione.

La risposta del Governo olandese
La risposta del Governo olandese

La risposta dal Governo, scaricabile in formato PDF (anche da Bufale.net),  è arrivata in data 8 dicembre 2015.
Domandando al Governo se tale pratica fosse considerata prostituzione, il ministro della Giustizia ha riposto di no e che non può essere sanzionata perché non viene offerto alcun pagamento per un atto sessuale, ma una prestazione sessuale offerta in cambio di una lezione di scuola guida.
Tra le precisazioni del Governo vi è quella in cui deve essere l’istruttore a proporre la forma di pagamento e quella dove lo studente deve essere maggiorenne.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News