DISINFORMAZIONE Ministro della sanità: chi non può pagarsi le cure va ucciso – Bufale.net

di David Tyto Puente |

DISINFORMAZIONE Ministro della sanità: chi non può pagarsi le cure va ucciso – Bufale.net Bufale.net

disinformazione-informare-per-resistere-ministra-lituana-poveri-uccidere
Ci avete segnalato un articolo “Ministro della sanità: chi non può pagarsi le cure va ucciso” del 29 gennaio 2015 pubblicato dal sito Informarexresistere. Il contenuto è una vecchia conoscenza di Bufale.net, che aveva già spiegato la disinformazione pubblicata da Ticinolive dello scorso 22 agosto 2014.
La fonte di Informarexresistere è un altro sito, Libreidee.org. Titolo identico, testo identico, un perfetto copia incolla. La fonte del sito Libreidee.org è un blogger, “Il Simplicissimus”, e il suo articolo intitolato “Buffoni e canaglie per l’eutanasia della sanità” e pubblicato il 23 agosto 2014.
Ecco un estratto dell’articolo pubblicato da Libreidee.org e copiato da Informarexresistere:

informarexresistere-ministro-lituano-morte-poveri
I poveri? Crepino pure: curarli costa troppo. Ci vorrebbe l’eutanasia, per sopprimere chi non può permettersi cure sanitarie private. La frase non è di Hilter, ma della ministra lituana della salute, Rimante Salaseviciute, secondo cui il denaro ovviamente conta molto più della vita umana. Se i paesi baltici si segnalano periodicamente per gaffe imbarazzanti – come l’arresto di Giulietto Chiesa in Estonia solo per impedirgli di esprimersi sulla relazione tra Europa e Russia – l’uscita della Salaseviciute è perfettamente consonante con il trattamento che la Germania, tramite la Troika Ue, ha imposto ai bambini greci, lasciati senza cibo sufficiente e senza assistenza medica.

La dichiarazione esatta della ministra lituana Salaseviciute è riportata in un’intervista a TV3 diffusa dai media locali:

intervista-ministro-lituano-sanita-eutanasia
L’eutanasia è un’ottima soluzione per quelle persone povere che non hanno abbastanza soldi per permettersi le cure palliative e che «non vogliono vedere i loro familiari agonizzare» nel dolore.  La soluzione potrebbe essere «un’iniezione letale» o un equivalente dell’eutanasia: «È tempo attraverso l’eutanasia di pensare a questi pazienti e permettere loro di prendere una decisione: vivere o morire».

Cosa sono le cure palliative? Per renderla semplice, sono delle “cure” non propriamente “curanti”, che vengono date ai pazienti colpiti da una malattia ormai incurabile e destinati alla morte. La ministra lituana, di conseguenza, si riferisce solo ai malati terminali.
Possiamo ben immaginare che il sito fonte, il blogger “Il Simplicissimus“, abbia letto a sua volta una disinformazione simile a quella riportata da Ticinolive o altri siti con data antecedente al suo articolo del 23 agosto 2014.
Ministro-della-sanit-cure-va-ucciso-poveri-LIBRE
Buffoni-e-canaglie-per-eutanasia-della-sanita--

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News