DISINFORMAZIONE La ragazza che scaglia cuccioli nel fiume – bufale.net

di Luca Mastinu |

DISINFORMAZIONE La ragazza che scaglia cuccioli nel fiume – bufale.net Bufale.net

disinformazione ragazza cagnolini

La fame di odio e la viralità delle tragedie fanno riemergere un video che aveva scosso l’utenza internazionale dei social network. Questa volta ci pensa la pagina Facebook Video dal mondo, che in questo post ci riporta alla tremenda storia della ragazza che lanciava cuccioli indifesi in un fiume, per condurli ad una sadica morte.

Il video è vero, autentico, ma l’errore del post sta nella didascalia:

disinformazione ragazza cagnolini

Facciamo girare questo video,questa s…. dev’essere denunciata!!

Ecco, no. Non c’è alcuna segnalazione da fare né alcuna condivisione, perché quel video è del 2010 e sulla vicenda hanno già indagato le autorità locali. A darci un resoconto dettagliato è Snopes  in un articolo di David Mikkelson del 21 Luglio 2016. Vi riassumiamo in breve. Stiamo parlando di Katja Puschnik, una ragazzina bosniaca soprannominata “giovane Crudelia De Mon” dal popolo del web. Il suo video diventò subito virale e la sua identificazione avvenne grazie all’azione congiunta degli investigatori del web, della polizia locale e dei gruppi che militavano nella difesa dei diritti degli animali. Grazie all’esplosivo passaparola, la Polizia di Bugojno, in Bosnia, riuscì a rintracciarla e a interrogarla. Non potendo intervenire su una minorenne, contro di lei non venne mossa alcuna azione legale. Ella si dimostrò mortificata dall’azione violenta, tanto da diffondere un video in cui manifestava le sue scuse e le motivazione che l’avevano condotta a un tale gesto feroce (ndr: sul video della confessione ci sono ancora dei dubbi, perché poco dopo è sparito dalla rete). Katja spiegò che quei cagnolini erano di sua nonna e che questa le aveva detto di volersene sbarazzare in quanto malati. Gettandoli nel fiume, secondo Katja, avrebbe dato loro una morte immediata senza alcuna sofferenza. I media internazionali avevano in seguito diffuso la notizia in cui una signora di 75 anni affermava di averli salvati e messi in adozione, ma le associazioni animaliste non le credettero. L’associazione PETA (People for the Ethical Treatment of Animals) nella persona di Nadja Kutscher, smentì la notizia del salvataggio affermando che nessun cucciolo si sarebbe salvato.

Si occupò del caso anche The Telegraph. Il 6 Ottobre 2010, infatti, riportava la seguente notizia:

Girl who threw puppies into river escapes unpunished

A schoolgirl who was filmed by a friend throwing puppies into a river has escaped punishment by police because she was too young to be charged with cruelty, it was reported.

La ragazza che gettava cuccioli in un fiume resta impunita

Una studentessa filmata da un amico mentre scagliava cuccioli in un fiume è rimasta impunita dalle autorità, in quanto considerata troppo giovane per essere accusata di violenza.

Siamo di fronte dunque a un fatto vero, a un video vero e a una persona esistente. Tutto si svolse nel 2010 e Katja Puschnik è rimasta impunita. La condivisione per la sua identificazione si è conclusa sei anni fa. Non ha senso proseguire questa straziante catena.

Non ha senso cercare like e condivisioni senza conoscere a fondo la vicenda, almeno per il rispetto di quelle povere creature.

AGGIORNAMENTO

La pagina  Video dal mondo ha eliminato il post oggetto di questo articolo.  Abbiamo fatto in tempo ad archiviarlo su archive.is e potete trovarlo qui.

 

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News