DISINFORMAZIONE Hawaii, avvistato granchio gigante in città – bufale.net

di Shadow Ranger |

DISINFORMAZIONE Hawaii, avvistato granchio gigante in città – bufale.net Bufale.net

Basta un mancato riscontro alle date, o l’obliterazione delle stesse, e ci ritroviamo di fronte ad un qualcosa che abbiamo imparato a definire “disinformazione del Giorno della Marmotta”, dagli eventi del noto film Ricomincio da Capo.

Come nelle televendite di pentole e materassi, dove il “solo per oggi”, mitico giorno in cui contattare i televenditori per avere merci costose a prezzi bassissimi dura da anni, o come negli eventi del citato film, in cui il burbero protagonista continua a risvegliarsi nella stessa giornata, ci sono notizie un tempo vere, anzi, verissime, che continuano ad accadere da anni, ogni giorno, ad ogni condivisione.

Così questa volta il portale Teleclub Italia, sempre sul pezzo, sembra arrivare al pezzo con due anni di ritardo, uscendo in data 24 aprile 2017 con un resoconto di eventi avvenuti nel 2015:

A vederlo è mostruoso. Un enorme granchio “alieno” avvistato nel cuore della città. Una signora, Holly Cantere, uscita di casa per gettare un sacchetto dell’immondizia, se l’è trovato di fronte. Ci troviamo alle Hawaii e il “mostro” è il Birgus Latro, specie avvistata l’ultima volta sulle isole del Pacifico nel 1989 nel suo ambiente naturale, prossimo al mare e dove si trovano diversi alberi di noci di cocco.

Stavolta invece il granchio gigante si è data alla scoperta delle vie più trafficate. E’ stato avvistato anche nel bel mezzo della carreggiata di una tangenziale a due corsie. Holly, che vive sull’isola, si è accostata per capire di “che essere” si trattasse. Immenso stupore per la donna quando ha notato che si trattava di un granchio dalle grandi dimensioni conosciuto anche come coconut crab o anche granchio del cocco.

L’animale del peso di 2 Kg circa è stato trasportato all’interno di una scatola al dipartimento dell’agricoltura e della pesca e sembra che adesso finirà in uno zoo. Il granchio Birgus latro è dotato di una possente chela capace di aprire una noce di cocco con un solo scatto. Può raggiungere i 4 -5 Kg e arrivare alla veranda età di 120 anni.

La notizia è una versione riassunta di un articolo del 2015 apparso sull’Huffington Post, il quale invero riportava toni allarmistici che la versione riportata dal portale esaminato ha eliminato, ad esempio descrivendo il “granchio delle palme” come un pericoloso carnivoro in grado di divorare gatti ed aggredire uomini.

In realtà il granchio delle palme è un tipo di Paguro, il Birgus Latro, ed è onnivoro opportunista tendente al consumo di frutta e verdura, che costituisce la maggior parte della sua dieta, integrando la sua dieta, qualora non trovasse abbastanza cibo, con topi, cuccioli di tartaruga e cadaveri già predati e lasciati a pezzi.

Una specie protetta, i granchi delle Palme sono stati a lungo cacciati per la loro carne (che però diventa fortemente tossica se alimentati con frutta nociva per l’essere umano) prima che la riduzione del loro numero ha portato al bisogno di proteggerli.

Goffi e ghiotti di noci di cocco (da cui il loro nome comune) ed attirati dagli oggetti lucenti (da cui il secondo nome comune di “Granchi Ladri”), i Birgus Latro sono recentemente tornati agli onori delle cronaca per essere apparsi in videogiochi e prodotti di animazione: è un Birgus Latro Tamatoa, l’egocentrico e dispettoso paguro, amico/nemico della graziosa Vaiana in Oceania della Disney, ed è ispirato al Birgus Latro Crabrawler, il Pokémon a forma di “granchio lottatore” apparso negli ultimi capitoli della saga di videogiochi.

Correttamente quindi Teleclub Italia ha omesso le parti più allarmistiche.

Meno correttamente ha omesso di riscontrare la data dell’evento e, imperscrutabilmente, anziché estrarre foto del Granchio delle Palme dal video in cui Holly Cantere veniva intervistata, visibile sull’Huffington Post, ha usato una foto di repertorio presa da Snopes.com, relativa ad una catena di S. Antonio senza origine in cui una foto del Birgus Latro veniva condivisa per discutere delle goffe forme del bizzarro animale.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News