DISINFORMAZIONE Giovane stuprata in treno a Pisa, il video choc della violenza, stupratore liberato – bufale.net

di Shadow Ranger |

DISINFORMAZIONE Giovane stuprata in treno a Pisa, il video choc della violenza, stupratore liberato – bufale.net Bufale.net

polferarrestoUna nuova frontiera della disinformazione, vista in molti altri casi affrontati sul nostro portale, è quella che amiamo chiamare il Giorno della Marmotta, citando il noto film Ricomincio da capo con Bill Murray.

Ipotizziamo che il nostro viralizzatore si imbatta in una notizia che, senza alcuna modifica o con una piccola omissione al massimo, abbia tutti i requisiti necessari per suscitare viralità e condivisioni.

Si imbatte però in un piccolo problema, seguito da un corollario connesso: la notizia è risalente nel tempo ed ha avuto un epilogo difforme da quello che ne massimizzerebbe l’impatto virale.

Il viralizzatore però non si fa fermare da un simile inconveniente: come nel noto film di Harold Ramis in cui il personaggio di Bill Murray veniva condannato a rivivere la stessa giornata in eterno, il viralizzatore rimuove ogni riferimento alla data ed oblitera ogni evento intercorso dalla notizia ad oggi, confidando che nessuno controlli.

Così, quando un nostro contatto si è imbattuto su una notizia targata Non passa lo straniero, e si è ricordato in autonomia di aver già visto quella notizia in passato, ci ha inviato un messaggio privato sulla nostra pagina social in piena autonomia sollevando la presenza di un possibile Giorno della Marmotta. Abbiamo così trovato questo:

Screenshot 2016-09-24 14.33.18Giovane stuprata in treno a Pisa, il video choc della violenza
Polizia di Pisa arresta ventenne extracomunitario.
naturalmente la magistratura Italiana di sinistra lo avrà già liberato.

Il video parla genericamente di 11 luglio, e la costruzione della storia fa pensare che sia un evento recente, e che la magistratura italiana di sinistra abbia, non si sa per quale motivo, scagionato il reo.

Entrambe le cose sono false.

Il filmato è stato scaricato e ricaricato da una nota ANSA dell’11 luglio 2015, che riporta esplicitamente l’arresto dello stupratore.

Interviene La Stampa a confermare come il colpevole sia stato, giustamente e doverosamente, tratto in arresto

Un’aggressione, avvenuta l’11 luglio scorso, in pieno giorno, che è stata ripresa dalle telecamere di sicurezza installate su quel treno, partito da Livorno, rivelatasi utilissima per la polizia di Pisa, polfer e squadra mobile, per arrestare il ventenne. Quando il treno è arrivato a Pisa la ragazza si è rivolta al capotreno per denunciare l’aggressione. È scattato l’allarme e sul convoglio è salita la polfer che, percorrendo le carrozze, alla fine ha trovato lo straniero: secondo quanto spiegato si era nascosto in una delle toilette. La vittima, nonostante lo choc, ha descritto il suo aggressore con dovizia di particolari. I filmati registrati dal circuito interno, visionati dalla squadra mobile che ha evidenziato poi «l’apporto prezioso» del sistema video, hanno poi confermato parola per parola quanto raccontato dalla 20enne. E per l’extracomunitario sono scattate le manette

Ci domandiamo ancora una volta se valga la pena obliterare i riferimenti spazio temporali di una notizia dolorosa per renderla “fresca” e gettare ombre sul lavoro della magistratura, raggiungendo il migliaio di condivisioni.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News