DISINFORMAZIONE Delinquente rilasciato 3 volte, questa è l'Italia – Bufale.net

di David Tyto Puente |

DISINFORMAZIONE Delinquente rilasciato 3 volte, questa è l'Italia – Bufale.net Bufale.net

disinformazione-rilasciato-questa-italia
Circola un’immagine, con tanto di simbolo e scritta “Italia fascista”, con la foto di un ragazzo e la seguente scritta:

rilasciato-3-volte-disinformazione
lunedì rapina una tabaccheria
RILASCIATO
mercoledì rissa
RILASCIATO
giovedì investe due bambini
RILASCIATO
QUESTA È L’ITALIA

Ci troviamo di fronte alla solita immagine dal contenuto scandaloso che genera, inevitabilmente nel mondo Social, indignazione e un elevato numero di condivisioni. Eccola, infatti, condivisa il 10 ottobre 2015 da Arturo superando le 7000 condivisioni Facebook:
arturo-condivisione
Che informazione fornisce questa immagine? Chi è il ragazzo nella foto? Quando è successo? Sembra di avere di fronte un’opera degna di Gazzetta della Sera. Resta il fatto che senza sapere nulla di tutto ciò gli utenti condividono facendosi trascinare dall’indignazione. Leggiamo come esempio la condivisione di Giorgio:

condivisione-giorgio
Ed ucciderlo subito un figlio di puttana cosi….forse faremmo un favore anche ad i genitori

Tornando all’immagine, la grafica è quella usata dalla pagina Facebook Anza:
condividi-anza
Infatti, l’immagine diffusa il 10 ottobre da Arturo venne pubblicata dalla pagina Facebook Anza il 23 febbraio 2015:
anza-rilasciato
Ricercando fatti simili attribuiti ad una stessa persona, risaliamo ad un articolo di TGCom24 del 31 gennaio 2013 dal titolo “Aosta, investe due mamme e due neonati sul marciapiede: era positivo a test antidroga“. Abbiamo le corrispondenze in merito alla storia dell’investimento, così come quello della rapina in una tabaccheria, ma non della rissa, la quale però riguardava un passante ha aggredito il colpevole sul posto.  Abbiamo finalmente un nome: Marius Pohrib.
La storia di Marius Pohrib risulta comunque non conforme a quella dell’immagine diffusa. Ecco l’articolo di TGCom24, che ricordiamo essere del 2013 mentre l’immagine è stata pubblicata nel 2015:

Due donne e due neonati sono stati travolti da un’auto mentre si trovavano su un marciapiede ad Aosta. I bambini, in condizioni molto gravi, sono arrivati in ospedale in codice rosso, mentre il conducente dell’auto è stato portato in questura. I bambini hanno entrambi due mesi di vita; uno dei due è più grave ed è stato trasferito d’urgenza a Torino. Le condizioni delle due donne, invece, non sono preoccupanti.
Positivo al test antidroga – Alla guida dell’auto c’era Marius Pohrib, ventunenne operaio rumeno residente ad Aosta. Il giovane è risultato positivo ai cannabinoidi. Lo attestano i primi esami antidroga condotti in ospedale, cui seguiranno quelli di conferma. Negativo invece l’alcoltest. All’interno dell’auto non sono state trovate sostanze stupefacenti. “Mi ha raccontato – ha detto un collega di lavoro subito intervenuto sul posto – che stava andando dal fratello. Affrontando la curva avrebbe perso il controllo dell’auto mentre cercava di recuperare la sigaretta caduta a terra ed ha invaso il marciapiede”.
Pohrib fermato per rapina – La polizia ha anche notificato un provvedimento di fermo giudiziario a Marius Pohrib. L’accusa è di rapina per un fatto avvenuto a inizio gennaio. Il procuratore capo di Aosta, Marilinda Mineccia, che ha firmato il fermo, ha sottolineato la “pericolosità sociale del soggetto”. Il giovane era stato fermato dalla polizia solo pochi giorni fa al termine di una complessa indagine: agli agenti aveva confessato di aver partecipato alla rapina di una tabaccheria a Sarre, nella cintura aostana. il 12 gennaio. A seguito dell’ammissione di colpa e dell’indicazione dei nomi degli altri due complici (tutt’ora in fuga), era stato denunciato a piede libero. Mentre per il fatto di oggi, la polizia stradale di Aosta, che indaga, procede per lesioni personali colpose. Inoltre, subito dopo l’incidente, Marius Pohrib è stato aggredito sul posto da un passante infuriato per l’accaduto.

Marius, in seguito all’incidente che ha coinvolto le due donne e i due bambini, venne arrestato e tenuto in carcere, non venne affatto rilasciato. Successivamente, 3 mesi dopo, venne condannato in tribunale. Ecco l’articolo dell’Aostasera.it del 10 aprile 2013:

Tre anni e sei mesi di carcere. E’ quanto ha patteggiato oggi Marius Pohrib, il 21enne romeno residente ad Aosta reo confesso della rapina in tabaccheria a Sarre del gennaio scorso. Il giovane è in carcere dal primo febbraio, dopo che travolse in auto due mamme con i loro bambini nelle carrozzine in via Voison ad Aosta.
Marius Pohrib, difeso dall’avvocato Corinne Margueret, aveva confessato di essere l’autore della rapina, messa a segno il 12 gennaio scorso insieme ad altri due complici, non ancora individuati. Tre uomini incappucciati si erano introdotti nel negozio e avevano costretto la commessa Stefania Lettry, di 54 anni, in quel momento sola, a consegnare loro il contenuto della cassa: 3000 euro. Dopo aver legato ed imbavagliato la commessa, i tre erano fuggiti. L’allarme era stato dato dalla barista del locale a fianco. Per l’investimento delle due mamme e dei loro neonati, avvenuto il 31 gennaio scorso in via Voison, Pohrib dovrà presentarsi davanti al giudice di pace di Aosta.

Come potete ben verificare voi stessi, non è stato rilasciato come scritto nell’immagine.
Ecco altri articoli riguardo questa storia:

Un’ultima cosa: la foto del ragazzo nell’immagine diffusa online non è quella del colpevole. Ecco il vero volto di Marius:
marius-arrestato
Ecco la foto pubblicata da Aostasera:
marius
Immaginate se qualche folle avesse individuato un ragazzo simile a quello dell’immagine per strada.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News