DISINFORMAZIONE Bufale.net spaccia profugo al videopoker per cuoco – Bufale.net

di David Tyto Puente |

DISINFORMAZIONE Bufale.net spaccia profugo al videopoker per cuoco – Bufale.net Bufale.net

disinformazione-voxnews-immigrato-videopoker-machine-cuoco-grande-giove
Quando ci è stato segnalato l’articolo di VoxNews non ci volevamo credere. Il primo pensiero è stato “che articolo ha letto?“, il secondo invece “no, ha letto ma ha evitato di citare il testo precedente a quello riportato da lui“.

Il presunto cuoco

Secondo VoxNews, nel nostro precedente articolo avremmo scambiato l’uomo ritratto con un cuoco:
articolo-voxnews-immigrato-videopoker-slot
L’autore anonimo di VoxNews ha prelevato solo una parte del nostro articolo evitando di citarne quello che la precedeva. Ecco lo screenshot del nostro articolo con la parte evitata dall’autore anonimo di VoxNews:

articolo-originale-senza-parti-tagliate-da-voxnews
Che la foto sia stata scattata da Luigi Tanzi in persona? Siamo sicuri che sia un migrante ospite in un centro di accoglienza? Al momento non ci è dato saperlo, ma ciò che è possibile dimostrare è che la foto è stata utilizzata in diverse occasioni e con riferimenti geografici diversi.
Inoltre, bisogna stare attenti a casi come quello del consigliere regionale del Veneto Francesco Calzavara, il quale pubblicò il 25 luglio 2015 il seguente post sul suo profilo Facebook:

Nel suo articolo riporta pari pari il testo con il link al post Facebook del consigliere regionale Francesco Calzavara. La storia della fotografia usata da Mattinonline.ch e dallo Staff di Salvini non è la stessa di quella riportata da Francesco Calzavara che, tra le altre cose, non riporta alcuna foto.
Non abbiamo mai affermato che si trattasse di un cuoco o un turista. Il nostro articolo non trattava il fatto che fosse realmente un profugo o meno, di fatto avevamo posto la domanda “Siamo sicuri che sia un migrante ospite in un centro di accoglienza?” e avevamo posto il caso del consigliere Calzavara per invitare gli utenti a fare attenzione, perché non basta vedere una persona di colore per pensare che si tratti di un migrante.
L’aggiornamento pubblicato alle ore 20:58 non era affatto una rettifica, ma la risposta alla nostra domanda “Siamo sicuri che sia un migrante ospite in un centro di accoglienza?” fornita dall’admin del gruppo Facebook dove venne postata la foto.

Della serie “Ritorno al futuro”

Ora vi spieghiamo come avviene la manipolazione temporale da parte dell’autore di VoxNews.
L’articolo di VoxNews sarebbe stato pubblicato, secondo i dati riportati nel sito, nella giornata del 14 agosto 2015 alle ore 14:06, quasi 3 ore dopo il nostro.

codice-html-orario-pubblicazione-vox
<time class=”entry-datedatetime=”2015-08-14T14:06:53+00:00“>agosto 14, 2015</time>

Tuttavia nella propria pagina Facebook l’autore anonimo condivide l’articolo alle ore 1:07 di sabato 15 agosto 2015, quasi 11 ore dopo.
orario-facebook-pubblicazione-articolo-slot
Attenzione ai minuti: articolo pubblicato alle ore 14:06, su Facebook alle ore 1:07. No, non stiamo dando i numeri, ma iniziamo a dimostrare il fatto che l’autore anonimo di VoxNews ha volontariamente modificato l’ora di pubblicazione dell’articolo sul proprio sito per far credere agli utenti che ne aveva parlato in precedenza al suo post Facebook.
Durante la giornata del 14 agosto 2015 VoxNews pubblicò altri articoli e sulla pagina Facebook vennero pubblicati a distanza di pochi secondi o minuti. Per provarvi ciò dobbiamo prima considerare un fatto: il sito WordPress di VoxNews è impostato con un fuso orario diverso rispetto a quello di Facebook e di quelli registrati dal server (un ora in meno).
Vi facciamo un esempio pratico. VoxNews pubblica un articolo dal titolo “Bergoglio vende chiesa a islamici che la trasformano in moschea“, il sito riporta l’orario di pubblicazione 2015-08-16T15:37:02+00:00. Su Facebook l’articolo è stato condiviso alle ore 16:37 e le immagini caricate riportano data di pubblicazione 16 Aug 2015 14:33:06 GMT, ossia le 16:33 Rome Time. Come potete ben capire l’articolo in realtà è stato pubblicato alle 16:37 Rome Time ed è stato condiviso immediatamente sulla pagina Facebook. Vi spiegheremo in seguito quest’ultimo dato riguardo alle immagini.
Vi riportiamo adesso i post pubblicati da VoxNews sia sul proprio sito che sulla propria pagina Facebook il 14 agosto 2015 e durante le prime ore del 15 agosto 2015. Come vi avevamo invitato in precedenza, fate attenzione ai minuti.

Nel frattempo, tra un articolo pubblicato e l’altro sul sito, l’autore anonimo ha avuto modo di condividere vecchi articoli sulla propria pagina Facebook (alcuni commentati con la parola “FLASHBACK”):

Non solo. Tra le condivisioni sopra citate ci sono anche quelli di articoli del sito “Tuttiicriminidegliimmigrati”.
È interessante notare una cosa nell’articolo dove si riportano gli hotel che ospitano i profughi: l’articolo è datato 2 agosto 2015 (2015-08-02T15:42:37+00:00), ma la data dell’aggiornamento nel codice HTML è lo stesso (2015-08-02T15:42:37+00:00). Eppure l’articolo era stato aggiornato dopo il 2 agosto 2015, dove venivano segnati 158 alberghi anziché 167. Evidentemente il tema utilizzato dal sito non fornisce il reale orario di aggiornamento degli articoli. Ciò è dimostrato anche da precedenti articoli (2015-06-28T16:56:53+00:00) che furono aggiornati per rispondere sia a Bufale.net che a Butac.it: stesso orario di pubblicazione e di modifica. Eppure era proprio su quell’articolo che noi e i colleghi avevamo trattato i nostri.
Questo tempismo tra pubblicazione e condivisione Facebook da parte di VoxNews non è casuale. Eccone alcuni esempi presi a caso dalla pagina Facebook:

Oltre alla data di pubblicazione Facebook bisogna considerare anche altri elementi, come le immagini pubblicate all’interno dell’articolo di VoxNews. Partiamo dalla prima (http://voxnews.info/wp-content/files/2015/08/bufale.jpg) che riportiamo di seguito:
bufale
Non l’abbiamo caricata sul nostro server per puro caso, infatti servirà a fornirvi un altro esempio pratico.
Analizzando i “dati nascosti” contenuti nel file immagine “bufale.jpg” troviamo alcune informazioni interessanti:

http-headers-immagine-pubblicata-voxnews
HTTP/1.1 200 OK
Date: Sat, 15 Aug 2015 14:42:40 GMT
Server: Apache
Last-Modified: Fri, 14 Aug 2015 23:02:14 GMT
Accept-Ranges: bytes
Content-Length: 63645
Cache-Control: max-age=2592000
Expires: Mon, 14 Sep 2015 14:42:40 GMT
Content-Type: image/jpeg

Come potete vedere l’entità “Last-Modified” riporta che l’immagine è stata caricata alle ore 23:02 GMT, ossia le 21:02 Rome Time, del 14 agosto 2015.
Ora guardiamo il valore che l’entità “Last-Modified” fornisce analizzando l’immagine da noi pubblicata in questo articolo (http://www.bufale.net/home/wp-content/uploads/2015/08/bufale.jpg):

dati-immagine-su-bufale-server
HTTP/1.1 200 OK
Date: Mon, 17 Aug 2015 08:24:41 GMT
Server: Apache
Last-Modified: Mon, 17 Aug 2015 08:24:10 GMT
ETag: “24f1200-f89d-51d7d869b5e80”
Accept-Ranges: bytes
Content-Length: 63645
X-Powered-By: PleskLin
Connection: close
Content-Type: image/jpeg

La nostra immagine è stata caricata, infatti, alle ore 08:24 GMT, ossia le 10:24 Rome Time, di lunedì 17 agosto 2015.
La seconda immagine dell’articolo (http://voxnews.info/wp-content/files/2015/08/stupide-bufalidi.png), sicuramente ripresa dopo l’aggiornamento del nostro articolo alle 20:58, venne pubblicata quasi 3 ore dopo.
stupide-bufalidi
Ecco i dati:

http-headers-immagine-2-slot-voxnews
HTTP/1.1 200 OK
Date: Sat, 15 Aug 2015 15:05:57 GMT
Server: Apache
Last-Modified: Sat, 15 Aug 2015 01:59:22 GMT
Accept-Ranges: bytes
Content-Length: 146241
Cache-Control: max-age=2592000
Expires: Mon, 14 Sep 2015 15:05:57 GMT
Content-Type: image/png

Sabato 15 agosto 2015 ore 1:59 GMT, 23:49 Rome Time.
Tutto questo per dimostrare non solo l’alterazione dell’orario della pubblicazione, ma il perché di quanto riportato nell’articolo:

Bugia, bugia. Vox ha la certezza che questa foto è stata scattata a Castel di Sangro (AQ), frazione di Roccacinquemiglia. E che l’africano è uno degli ‘ospiti’ di un hotel per finti profughi.

Sono gli stessi dettagli riportati da Rina Di Carlo nel suo commento al nostro articolo, che riportiamo di seguito:

commento-rina-di-carlo-foto-slot
La foto è stata postata l’8 giugno nel gruppo facebook da me fondato e gestito “Tutti i Castellani di Facebook” e in realtà la foto è stata scattata in un noto locale di Castel di Sangro (AQ) e quello ritratto è proprio uno dei profughi rifugiati nella frazione di Roccacinquemiglia!

Il commento di Rina è datato 14 agosto 2015 alle ore 16:49 (Rome Time). L’autore anonimo di VoxNews aveva letto il nostro articolo, lo ha riportato in maniera sbagliata (di proposito) e ha riportato le informazioni di Rina per darsi autorevolezza.
Come potete vedere dall’analisi tecnica sopra riportata, l’articolo non è stato pubblicato alle ore 14:06 di venerdì 14 agosto 2015, bensì è stato pubblicato successivamente al nostro aggiornamento delle 20:58 e successivamente al commento di Rina Di Carlo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News