DISINFORMAZIONE Bergoglio: “migranti insemineranno l’Europa Sterile” – bufale.net

di Luca Mastinu |

DISINFORMAZIONE Bergoglio: “migranti insemineranno l’Europa Sterile” – bufale.net Bufale.net

VoxNews colpisce ancora, e lo fa con questo articolo del 14 Febbraio 2016. Si parla di stupro etnico di massa. Forse un blando tentativo di sedare gli animi festosi di San Valentino? Fosse stato uno slogan sarebbe stato questo: Chi ama, baci. Prima che lo facciano i migranti al tuo posto.

In un colloquio con il Corriere della Sera (lo stesso nel quale ha esaltato Bonino e Napolitano), Bergoglio ha parlato dei clandestini come di un seme miracoloso che consentirà all’Europa di tornare ad essere fertile sul piano demografico. Quasi l’invocazione allo stupro culturale, da parte dell’attuale occupante del Soglio di Pietro.

Come scrive il commentatore egiziano cristiano Magdi AllamBergoglio paragona i clandestini alla grazia divina che in tarda età permise a Sara, la moglie di Abramo, di avere un figlio.

Secondo Bergoglio, “l’Europa è come Sara, la moglie sterile di Abramo, che prima si spaventa ma poi sorride di nascosto” e la speranza è che l’Europa “sorrida di nascosto” agli immigrati.

Mentre la stuprano. Questo di Bergoglio è un pensiero inquietante, che somiglia tanto ad un via libera nemmeno troppo velato allo stupro etnico di massa. Uno stupro che deve essere, secondo le ‘loro’ intenzioni, ‘volontario’. Da accogliere con il ‘sorriso’.

“L’Europa deve e può cambiare. Deve e può riformarsi. Se non è in grado di aiutare economicamente i paesi da cui provengono i profughi, deve porsi il problema di come affrontare questa grande sfida che è in primo luogo umanitaria, ma non solo“. L’Europa non ha nessun obbligo morale di ‘aiutare i paesi dai quali provengono i profughi’, semmai è un atto volontario. Ma visto da dove proviene il 90 per cento di questi ‘profughi’, Pakistan e Senegal ad esempio, il problema nemmeno si pone.

Le parole sull’infertilità e i clandestini sono, usando la terminologia che tanto piace agli ‘antirazzisti’, un ‘incitamento allo stupro etnico’. In questo caso, visto che a dirle è un Papa, una ‘benedizione’.

E attenzione. Non è un’uscita estemporanea, ma un’idea condivisa nel settore ‘modernista’ della Chiesa, quella di una ‘infusione di sangue africano in Europa’: GIORNALE VESCOVI: STUPRI COLONIA COLPA DELLE DONNE

E’ un’ideologia speculare a quella nazista. Invece dell’idolatria del sangue puro, l’idolatria del sangue misto. Le differenzia una cosa, la prima, pur nel suo fanatismo, era un’esaltazione di sé, la seconda è puro odio di sé, è masochismo.

Parole dure e inequivocabili, attinte dalla denuncia social di Magdi Cristiano Allam pubblicata sia sulla sua pagina Facebook ufficiale che sul suo sito il 10 Febbraio 2016.

Cari amici, Papa Francesco per l’ennesima volta pone al centro del suo apostolato l’accoglienza dei clandestini. In un colloquio con il Corriere della Sera arriva a concepire i clandestini come il seme miracoloso che consentirà all’Europa di tornare ad essere fertile sul piano demografico.

Addirittura paragonando i clandestini alla grazia divina che in tarda età permise a Sara, la moglie di Abramo, di avere un figlio. Secondo Papa Francesco, “l’Europa è come Sara”, la moglie sterile di Abramo, “che prima si spaventa ma poi sorride di nascosto” e la speranza è che l’Europa “sorrida di nascosto” agli immigrati.

Non ci siamo. VoxNews fa riferimento alle dichiarazioni di Bergoglio esposte dal Corriere della Sera l’8 Febbraio 2016, quando il Santo Padre si preparava all’incontro col Patriarca di Mosca Kirill, per un ponte tra la Chiesa Cattolica e la Chiesa Ortodossa. Il Corriere fa riferimento all’intervento presso il Parlamento di Strasburgo nel Novembre 2014, quando il Papa rivolse le sue parole alle istituzioni presenti:

Rivolto agli europarlamentari, non esitò a evocare «un’Europa nonna e non più fertile e vivace. Per cui i grandi ideali che hanno ispirato l’Europa sembrano aver perso forza attrattiva, in favore dei tecnicismi burocratici delle sue istituzioni»

[…]

Spesso, Bergoglio usa una metafora biblica. Paragona il Vecchio Continente a Sara, la moglie di Abramo. Sara è sterile e quando ormai ha più di settant’anni, secondo gli usi di quei tempi remoti dà in moglie la sua schiava al marito perché partorisca per lei un figlio. Poi, però, miracolosamente, riesce ad averne uno a novant’anni. «L’Europa», ama ripetere Francesco, «è come Sara, che prima si spaventa ma poi sorride di nascosto». La sua speranza, riferisce chi gli ha parlato, è che l’Europa «sorrida di nascosto» agli immigrati. La forza le può venire dalla memoria dei «grandi personaggi dimenticati» della sua storia recente.

Non vi è alcun riferimento a migranti che insemineranno l’Europa, che dunque porteranno via le nostre mogli per fecondarle/stuprarle/rubarle. No, niente di quanto afferma VoxNews. Papa Francesco parla di apertura culturale, di accoglienza, di pace. VoxNews poi riporta dei dati completamente sballati: il 90% dei profughi non proviene da Pakistan e Senegal. A fare chiarezza sono i dati Unhcr riportati da Lenius. Riferendoci al periodo in cui l’articolo-fuffa è stato messo online (Febbraio 2016), possiamo affermare che fino al Marzo 2016 l’85% dei migranti giunti in europa proveniva da Siria, Afghanistan e Iraq.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News