DISINFORMAZIONE Bambini cristiani decapitati in Siria mostrati come trofei di guerra – Bufale.net

di David Tyto Puente |

bambina-decapitata-trofeo
Il sito “Luce di Maria” ha recentemente pubblicato un articolo molto strano dal titolo “Questo è il tempo dove l’uomo è Arrivato a decapitare i Bambini esibendoli come trofei, il giorno della giustizia è alle porte“. Ecco il testo (alla fine c’è un link con il video, vi sconsigliamo la visione se siete persone sensibili):

Non possiamo immaginare quale dolore possa provare un genitore nel perdere il proprio figlio, ma proviamo solo ad immaginare cosa può provare a vederselo decapitare e porre come trofeo di conquista come a questa bambina nella foto.
Non possiamo accettare questo silenzio e questa violenza diabolica che sta imperversando in questi luoghi dove tutti coloro che non si convertono al Corano vengono uccisi e decapitati, senza distinzione se siano donne anziani o bambini.
Vi segnaliamo un Video dalle immagini inaudite che non consigliamo alle persone sensibili, ma che fa rendere l’idea di quale tempo stiamo vivendo e le conseguenze che tutto questo molto presto porterà anche qui da noi.
Vai al Video solo se pensi di volerlo guardare e non per pura curiosità:
-> liveleak.com/view?i=3bb_1379478168

Questo video e questa foto non ha nulla a che vedere con la religione islamica o cristiana, non ha niente a che vedere con i terroristi islamici dell’ISIS.
Riguardo al video, dove viene mostrato il corpo della povera bambina, esso risale al 2012 e racconta un fatto avvenuto in Siria. L’articolo di “Luce di Maria” parla di decapitazione dei bambini, ma nel video sono visibili altri bambini morti e non decapitati, alcuni veramente colpiti da un evidente bombardamento (sono sporchi di polvere, probabilmente causata dalla distruzione degli edifici, così come un anziano signore che ne è talmente cosparso da diventare quasi completamente bianco). Nessun “trofeo”, come riporta l’articolo. La rabbia e la disperazione degli adulti presenti nel video non viene minimamente considerata.
segni-bombardamento-siria
Secondo le notizie che circolano da allora, alcuni danno la colpa delle forze fedeli ad Assad, altri invece danno la colpa ai ribelli siriani nemici del regime. A quanto vediamo dal sito Therevoltingsyrian.com, la bambina in questione sarebbe Fatima Meghlaj, musulmana, e le immagini pervenute sarebbero diventate dei simboli per la ribellione siriana. Resta il fatto che non ha nulla a che vedere con la religione, come viene raccontato dal sito “Luce di Maria”.
Nota: alcuni siti, già nel 2013, avevano raccontato una storia simile a quella di “Luce di Maria”, spacciando i bambini uccisi come cristiani.

Latest News