DISINFORMAZIONE Architetti e Ingegneri: Torri gemelle distrutte con cariche esplosive – Bufale.net

di Juanne Pili |

DISINFORMAZIONE Architetti e Ingegneri: Torri gemelle distrutte con cariche esplosive – Bufale.net Bufale.net

disinformazione-architetti-torri-gemelle-11-settembre

«Architetti & Ingegneri sconvolgono gli USA: “Le tre Torri distrutte da cariche esplosive”». Ci risiamo. «Le Torri del World Trade Center di New York non sarebbero state distrutte dall’impatto di due aerei di linea, bensì da un’operazione di demolizione controllata condotta con esplosivi militari a base di nano-termite». E’ la sconvolgente – quanto originale – rivelazione che rimbalza nella rete.  Il problema non sta solo nel fatto che la termite in nessun caso può essere utilizzata come esplosivo – la chimica infatti non è influenzabile da alcun governo  – quanto nel ripetere le stesse cose che i teorici del complotto sostengono da oltre dieci anni, nonostante le documentate smentite.

Innanzitutto si cita Rino Di Stefano, su questo giornalista si potrebbe scrivere un articolo a parte, ricordiamo giusto quanto scrive su il Giornale riguardo «Il raggio che da energia gratis», una tecnologia in grado di produrre energia a costi quasi nulli e che all’occorrenza potrebbe essere utilizzata anche come raggio della morte. Pizzicato allora da Paolo Attivissimo, Di Stefano gli mise a disposizione le sue “fonti”, che previa autorizzazione il noto debunker ha sottoposto all’ilarità dei fisici che seguono il suo blog. Non dimentichiamo il suo contributo nel campo dell’ufologia, soprattutto riguardo il caso Zanfretta. Di questa vicenda ci occupammo anche su Montaigne, ad oggi non si va oltre discutibili risultati ottenuti mediante ipnosi regressiva e testimonianze di persone che non hanno visto niente in maniera diretta.

E’ vero, un orologio guasto almeno due volte al giorno ci azzecca, tanto più che a mettere in dubbio la ricostruzione “ufficiale” dei fatti dell’11 Settembre sono 2363 architetti e ingegneri. Questi hanno firmato un dossier di appena 56 pagine (sembrerebbe che gran parte di loro abbia fornito come massimo contributo il mero atto di firmare il documento) dove chiedono di aprire l’ennesima commissione di inchiesta, nonostante gli argomenti da loro presentati siano stati già smentiti da anni. Si potrebbero creare infinite commissioni, ma le leggi fisiche difficilmente cambierebbero. Sarebbe interessante comunque stilare una lista degli studi che ognuno di loro avrebbe pubblicato in riviste o case editrici di settore sul 9/11. Ad ogni modo, siamo sicuri che si tratti sul serio di ingegneri e architetti? Paolo Attivissimo si iscrisse al progetto senza che nessuno gli chiedesse le credenziali.

[next]

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News