Dilagante catena WhatsApp sulle merendine Balconi con capsule bianche: risponde l’azienda

di Redazione Bufale |

Abbiamo ricevuto un queste ore una lunghissima serie di segnalazioni per quanto riguarda le merendine Balconi, a causa di una catena WhatsApp secondo cui alcune confezioni conterrebbero al loro delle capsule bianche. Va detto che domenica mattina sulle nostre abbiamo già iniziato a trattare l’argomento con un primo approfondimento, invitando tutti i nostri lettori a non lasciarsi andare ad inutili allarmismi. Come sempre, vige la regola secondo la quale fino a quando non si hanno riscontri ufficiali dagli enti autorizzati, non sia lecito diffondere notizie del genere.

Merendine balconi
Merendine balconi

Il motivo? Parlare di merendina Balconi con capsule bianche, alla luce di un semplice vocale WhatsApp che a quanto pare circola ancora oggi 18 novembre, fa sì semplicemente che si infanghi il nome di un produttore. Con tutti i rischi del caso per il benessere di una società e dei suoi dipendenti. Insomma, anche per le loro famiglie, in quanto una tale disinformazione potrebbe indurre tanti vecchi clienti a passare ingiustamente ad altro marchio.

La risposta dell’azienda dopo il vocale WhatsApp sulle merendine Balconi

Non è un caso che proprio domenica pomeriggio ci sia pervenuta la risposta dell’azienda alla nostra richiesta di chiarimenti, dopo le accuse piovute sulle merendine Balconi. La presa di posizione appare chiara: “Si tratta ovviamente di una bufala. Il modo in cui avviene il processo produttivo e i nostri controlli di qualità rendono totalmente impossibile la presenza di corpi estranei nel prodotto“. Vi ricordiamo che in passato brand coinvolti in storie simili, quando sono stati colpevoli, non si siano tirati indietro nel fare mea culpa.

Insomma, al momento non ci sono ragioni per non credere a questa versione dei fatti sulle merendina Balconi, così come non ci sono elementi concreti per credere al messaggio vocale Balconi. Servono prove per parlare di capsule bianche, anche perché in questi anni ne abbiamo trattate a bizzeffe di bufale simili.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News