Di Maio attacca Boldrini su Radio Radicale, ma sono Salvini e la Lega a salvarla con 3 milioni di euro

di Redazione |

Radio Radicale

Un vero e proprio caso politico quello che si è scatenato in queste ore a proposito di Radio Radicale, con un attacco diretto ed esplicito da parte di Di Maio nei confronti di Laura Boldrini. Quest’ultima, come tutti i nostri lettori sanno, in passato è stata al centro di diverse bufale, alcune delle quali alimentate anche da correnti del Movimento 5 Stelle. Ebbene, dopo il finanziamento che assicurerà alla radio un sostegno pari a 3 milioni di euro, la stessa Boldrini ha pubblicato un tweet in cui si è detta soddisfatta di quanto avvenuto.

Le polemiche in Rete sono nate dopo un altro post, quello di Di Maio, che come accennato ad inizio articolo ha attaccato via social la sua avversaria politica. I suoi stessi fan, però, hanno fatto notare al Ministro del Lavoro che in realtà un ruolo decisivo nel provvedimento che ha salvato Radio Radicale sia stato ricoperto dalla Lega e da Salvini. Il Ministro dell’Interno, come evidenzia Next Quotidiano, in questo frangente ha deciso di sposare la linea portata avanti da PD e Forza Italia. Tanto per citare due partiti.

Inevitabile che abbia ripreso vita il tormentone di Di Maio e dell’intero Movimento 5 Stelle succube degli alleati di governo, a maggior ragione dopo il risultato conseguito in occasione delle ultime elezioni Europee. Per completezza di informazione, in ogni caso, qui di seguito potete consultare il post originale pubblicato dallo stesso Ministro del Lavoro contro Laura Boldrini, rea di aver “esultato” per un provvedimento auspicato verso Radio Radicale.

Come stanno realmente le cose? La questione Radio Radicale è complessa, considerando l’ampia gamma di radio che vivono di sussidi. Non è un caso che, nel tentativo di mediare, in un secondo momento il Movimento 5 Stelle abbia chiesto un finanziamento limitato ad un milione di euro. Staremo a vedere se ci saranno ulteriori svolti nel caso che coinvolge Di Maio, Laura Boldrini e Salvini con la sua Lega.

Latest News