Denunciati 5 giornali autorevoli in Italia sul Coronavirus: “Procurato allarme sociale”

di Redazione Bufale |

Coronavirus
Denunciati 5 giornali autorevoli in Italia sul Coronavirus: “Procurato allarme sociale” Bufale.net

La notizia è di quelle forti ed è confermata, in merito ad una denuncia che è stata pensata contro l’operato di alcuni giornali molto popolari in Italia sulla questione Coronavirus. Dopo aver esaminato la vicenda delle denunce nei confronti di chi ha alimentato bufale sui social tramite audio WhatsApp e tanti altri contenuti non veritieri, ora dobbiamo spostare il focus per forza di cose sulla carta stampata. News per certi aspetti nell’aria, se pensiamo alle tante critiche che l’intera classe giornalistica ha ricevuto nell’ultima settimana.

Da chi arriva la denuncia contro i giornali italiani sul Coronavirus

Tocca a questo punto esaminare la vicenda maggiormente più nel dettaglio, perché a muoversi è stata addirittura un’associazione come AIAV, vale a dire Associazione Italiana Agenti di Viaggi. Quest’ultima, più in particolare, ha deciso di affidarsi all’avvocato Virgilio Golini, penalista del Foro di Pescara. A chi è diretta questa nuova azione legale ad una settimana esatta dalla diffusione delle prime notizie sull’arrivo del Coronavirus in Italia? Come accennato in precedenza, i nomi sono piuttosto grossi.

Come riportato in queste ore dal sito Quality Travel, si parla in questo senso di una vera e propria denuncia-querela verso testate giornalistiche come “Il Giornale”, “Libero”, “La Repubblica”, “Il Giorno” e “Il Messaggero”. Anche i reati contestati sono piuttosto chiari, se pensiamo che dalle carte fino a questo momento è emerso come capo di accusa il fatto di aver “diffuso e procurato allarme sociale con titoli di prima pagina e articoli dai contenuti ben lontani dalla verità“.

Ovviamente AIAV si muove per l’interesse degli associati, ma ciò non toglie che in questi giorni ci siano stati non pochi attacchi ai suddetti giornali, soprattutto per l’utilizzo di titoli “eccessivi” sul tema Coronavirus. Staremo a vedere come le suddette testate verranno giudicate da chi di dovere nelle prossime settimane.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News