Cosa si può fare in zona rossa ed arancione: mobilità e attività aperte con nuovo DPCM

di Redazione Bufale |

Zona rossa
Cosa si può fare in zona rossa ed arancione: mobilità e attività aperte con nuovo DPCM Bufale.net

Tra fake news e notizie non confermate, diventa cruciale oggi 4 novembre riepilogare cosa si può fare in zona rossa ed arancione, ma anche quali siano le attività aperte secondo le disposizioni del nuovo DPCM. Tutto ciò, in linea con quanto vi abbiamo riportato in mattinata con un approfondimento sulla suddivisione delle regioni nelle tre fasce, affinché gli italiani che si trovano in determinate aree si facciano trovare pronto a partire da domani. Del resto, neanche oggi i numeri sui contagi Covid sono particolarmente incoraggianti.

Cosa si può fare in zona rossa e quali sono le attività aperte

Partiamo proprio dal contesto più critico, analizzando cosa si può fare in zona rossa. Nelle regioni dove ci saranno le misure più stringenti per controllare la seconda ondata di contagi Covid (basti pensare al caso di Lombardia e Piemonte), avremo mobilità limitatissima. A livelli appena superiori rispetto a quelle di marzo e aprile con il primo lockdown. Dunque, passeggiate solo nei pressi del proprio domicilio o per andare a messa, mentre non si potrà abbandonare il proprio Comune.

Tra le attività aperte, invece, restano operativi negozi di generi alimentari, oltre ovviamente a farmacie, tabacchi, fino ad arrivare alle edicole e alle pompe di benzina. Stop a bar e ristoranti, tranne per asporto e consegne a domicilio, così come per le attività sportive (fatta eccezione per i professionisti). Didattica a distanza dalla seconda media in poi, mentre restano aperti parrucchieri e centri estetici.

Cosa si può fare in zona arancione e quali sono le attività aperte

Per quanto riguarda la zona arancione e cosa si può fare, resta possibile lo sport individuale presso i centri sportivi autorizzati e potrete circolare nel Comune di residenza, senza abbandonarlo se non per comprovate ragioni consentite già in primavera. Consentito, però, lo spostamento per attività al momento non toccate dal nuovo DPCM. Bar e ristoranti lavoreranno solo di asporto. Insomma, toccata prevalentemente la mobilità.

Ovviamente, le attività aperte della zona rossa risultano tali anche in quella arancione. Dunque, ora avete un quadro più chiaro della situazione e delle relative differenze, fermo restando che regioni come la Campania potranno adottare misure più stringenti.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News