Cosa ha Ilicic tra depressione e malattia: tutti gli indizi e notizie da ignorare

di Redazione Bufale |

Cosa ha Ilicic
Cosa ha Ilicic tra depressione e malattia: tutti gli indizi e notizie da ignorare Bufale.net

Cosa ha Ilicic? La domanda rimbalza sui social da diverse settimane a questa parte e fino a ieri nessuno riusciva a darsi una risposta precisa, parlando di tanto in tanto della malattia che avrebbe portato alla sua depressione, fino ad inconsistenti voci sulla moglie. Di lui abbiamo parlato soprattutto per questioni sportive, come avvenuto in autunno in seguito ad un match a dir poco infuocato tra Napoli e Atalanta. Tuttavia, da alcune ore a questa parte gira una catena sui social che va esaminata con maggiore attenzione.

Cosa ha Ilicic? Occhio alle catene su depressione, malattia e moglie

In sostanza, cosa ha Ilicic? Di recente ha preso piede su Facebook un messaggio virale in cui si parla in modo dettagliato della sua depressione. Una malattia che ha fatto riaffiorare i problemi da lui vissuti nel 2018, senza dimenticare il trauma dovuto al fatto di non aver mai avuto un padre (è morto quando il calciatore dell’Atalanta aveva appena sette mesi), oltre a quello per la perdita di Astori.

Ad esempio, il testo dei post Facebook ci dice che, tra le altre cose, Josip Ilicic avrebbe “paura perfino di alzarsi dal letto. Mangia a stento, ed ha paura di morire. Non esce oramai da un mese“. Situazione sicuramente delicatissima e, se confermata, conseguenza quasi naturale della malattia. La depressione, infatti, non fa distinzioni di reddito e può colpire chiunque da un momento all’altro. Nel caso di Ilicic, nel corso della sua stagione migliore, con una Champions League tutta da giocare.

Così non è stato, ma il punto è un altro. Cosa ha Ilicic? Ad oggi non abbiamo dichiarazioni ufficiali in merito e porsi troppo questa domanda non sarebbe corretto nei confronti del ragazzo. Così come far girare ulteriormente dettagli sulla sua malattia e sulla presunta depressione da lui vissuta. Perché, ad oggi, possiamo solo usare il termine “presunta”. Insomma, la privacy del ragazzo deve essere una priorità per tutti.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News