Consigliere leghista mostra Conte fischiato e contestato all’arrivo al Senato: omessi gli applausi

di Redazione Bufale |

Conte fischiato
Consigliere leghista mostra Conte fischiato e contestato all’arrivo al Senato: omessi gli applausi Bufale.net

Sta facendo discutere tanto oggi 6 settembre un video che ci mostra Conte fischiato e contestato al momento dell’arrivo al Senato, con alcuni fan di Salvini pronti a far sentire la propria voce all’indomani della formazione del nuovo governo con Movimento 5 Stelle e Partito Democratico. Questo almeno il messaggio che passa sui social questo venerdì, dopo la diffusione delle immagini da parte di un tesserato leghista, con apposito post, in riposta ad alcune bufale che in queste ore hanno coinvolto proprio l’ex Ministro dell’Interno. Come del resto avrete osservato dal nostro articolo di ieri sera.

Proviamo a ricostruire la vicenda, capendo se la notizia di Conte fischiato e contestato sia vera o meno. Il filmato in questione è stato condiviso poche ore e contestualizzato proprio alla nascita del nuovo governo. Il tutto accompagnato coi soliti slogan social di una forza politica che deve contrastare i “poteri forti”, come si potrà notare qui di seguito: “QUESTO VIDEO NON LO VEDRETE IN TIVÙ FAI GIRARE. Moltissimi comuni cittadini si sono radunati spontaneamente davanti al Senato per contestare il Premier Giuseppe Conte. All’arrivo di Conte, i manifestanti hanno urlato “vergogna” e “elezioni subito!”. Daremo voce ad ogni cittadino che intende ribellarsi ai giochi di palazzo e agli inciuci“. Ecco il post originale.

La verità sulla storia di Conte fischiato e contestato

La questione relativa a Conte fischiato e contestato, appena giunto al Senato, è stata decontestualizzata, ma anche raccontata solo parzialmente. In primo luogo, come si potrà notare dal video pubblicato su Youtube da Repubblica, i fatti risalgono allo scorso 20 agosto, quando non c’erano ancora presupposti concreti per il nuovo governo con Movimento 5 Stelle e Partito Democratico. Le rimostranze dei fan di Salvini, dunque, non possono essere legate direttamente a quello.

A questo si aggiunge anche quanto riportato da La Presse. In quel contesto, infatti, abbiamo osservato sì Conte fischiato e contestato, ma anche accolto da applausi. Due gruppi, due correnti, ma nel filmato riportato in precedenza viene dato risalto solo ai sostenitori di Salvini. La fonte fornisce anche un video per dimostrare quanto riportato.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News