Consigliere leghista Calligaris a quelli di Casapound: “Sono tra quelli che sparerebbe ai migranti”

di Redazione Bufale |

Calligaris
Consigliere leghista Calligaris a quelli di Casapound: “Sono tra quelli che sparerebbe ai migranti” Bufale.net

Giusto contestualizzare sempre i fatti, visto il clima di tensione che si era venuto a creare durante il consiglio regionale del Friuli e la possibile perdita di lucidità in momenti concitati, ma ci sono pochi dubbi su quanto affermato dal consigliere della Lega, Antonio Calligaris. Il tesserato, infatti, ha fronteggiato in prima persona alcuni esponenti di Casapound che avevano fatto irruzione durante la seduta per esporre le proprie idee sulle politiche attuate per (non) arginare il trend che sta vedendo un elevato numero di migranti nel nostro Paese.

Ci sono alcune parole di Calligaris, durante il faccia a faccia, che non sono passate inosservate e che, a distanza di alcune ore, possono essere ricostruite. Si viaggia, in sostanza, a livelli se vogliamo “superiori” rispetto a quanto notato pochi giorni fa, quando sulle nostre pagine abbiamo esaminato la vicenda di alcuni sovranisti che hanno confuso il volto del calciatore Romelu Lukaku, insieme all’agente Pastorello, con quello del figlio del Ministro Lamorgese.

Cosa ha detto il consigliere della Lega, Antonio Calligaris agli esponenti di CasaPound

C’è un’espressione specifica di Calligaris, più in particolare, che ha sollevato un vero e proprio polverone: “Io sono uno di quelli che gli sparerebbe a quelli lì, tranquillamente“. Il consigliere leghista non dice esplicitamente “migranti“, va detto per correttezza d’informazione, ma è altrettanto vero che negare il senso delle sue parole rappresenterebbe una grave omissione per chi sta seguendo la vicenda. Coi ragazzi di Casapound, infatti, il consigliere stava affrontando quel tema specifico ed è altrettanto chiaro quali siano le posizioni della Lega sui migranti. Certo, non con questi toni, come quelli che emergono su Twitter.

Tuttavia, Calligaris in quel momento non pensava di essere ripreso e probabilmente ignorava che il video disponibile a fine articolo sarebbe diventato virale. Resta il fatto che il virgolettato a lui associato in queste ore sia autentico, con poco spazio ad interpretazioni alternative.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News