Confermato, la Lega vince a Ferrara e copre lo striscione in onore di Giulio Regeni. Fabbri: “Un caso”

di Redazione |

Giulio Regeni

In queste ore sono pervenute alla nostra redazione diverse richieste sui fatti di Ferrara, a proposito dello striscione su Giulio Regeni coperto dalla Lega durante alcuni festeggiamenti. Cosa è successo realmente in città? Proviamo in primo luogo a contestualizzare il tutto, considerando il fatto che la Lega ha conquistato il Comune con Alan Fabbri dopo quasi 70 di predominio della sinistra. Durante la festa, alcuni esponenti del Carroccio avrebbero collocato la bandiera del partito sopra lo striscione in memoria del povero ragazzo che ha perso la vita nello scorcio iniziale del 2016 in Egitto.

Fino a poche ore fa era disponibile solo uno scatto “rubato”, in cui si potevano osservare appunto gli esponenti della Lega fare ciò che poi gli è stato imputato. Una conferma indiretta sull’autenticità dell’accaduto, però, è giunta dallo stesso Alan Fabbri nel pomeriggio, nel momento in cui è stata rilasciata un’intervista a LA 7. Tra le domande poste dopo l’importante risultato elettorale raggiunto, infatti, una si è concentrata sull’episodio che ha creato non poche contestazioni. A Ferrara e sui social.

Fabbri ha dapprima archiviato la questione relativa alla sovrapposizione dello striscione che da sempre chiede la verità su Giulio Regeni con “sciocchezze, schiocchezze“. Successivamente ha fatto sapere che il tutto sia avvenuto casualmente, senza però porgere le scuse alla famiglia del ragazzo e a coloro che in qualche modo si sono sentiti offesi per quanto avvenuto. Quantomeno da un punto di vista prettamente “simbolico”.

Un altro caso riguardante un nuovo sindaco della Lega, dopo le precisazioni che abbiamo condiviso in mattinata sul primo cittadino appena eletto a Potenza. In ogni caso, tutti coloro che vogliono approfondire quanto avvenuto a Ferrara con Alan Fabbri intervistato da LA 7 oggi 10 giugno, in riferimento a quanto avvenuto con lo striscione di Giulio Regeni e la Lega, possono consultare il video disponibile qui di seguito.

Latest News