Complotti e le bufale sull'attentato terroristico di Parigi del 13 novembre 2015 – Bufale.net

di Redazione-Team |

Complotti e le bufale sull'attentato terroristico di Parigi del 13 novembre 2015 – Bufale.net Bufale.net

complotti-bufale-attentato-parigi

— ARTICOLO IN COSTANTE AGGIORNAMENTO —

Giusto ieri notte avevamo pubblicato in pagina questo messaggio:

stopcomplotti
Quello che sta succedendo a Parigi è orribile e ingiustificabile.
Conoscendo le dinamiche del web e l’indecenza di certi personaggi, visto quanto accaduto in seguito alla strage di Charlie Hebdo dovremmo aspettarci fantomatiche teorie di complotto e false flag*.
Se vi trovate di fronte ad un sito o ad una paginache riportino teorie di complottosegnalatele all’email sotto riportata:
stopcomplotti@gmail.com
* False flag: gli amanti delle teorie del complotto sostengono che certi avvenimenti siano falsi ed orchestrati per secondi fini, oltre che utilizzati per influenzare l’opinione pubblica per sostenere una posizione politica e/o militare.
https://it.wikipedia.org/wiki/False_flag
#PrayForParis #Parigi #Pariginfiamme

Sono passate poche ore e già sono già pervenute delle segnalazioni. Le riporteremo di seguito e aggiorneremo questo articolo ad ogni nuova verifica.

TEORIE DI COMPLOTTO

Alle 23:59 di venerdì 13 novembre 2015 la pagina Facebook “Killuminati soldiers” pubblica il seguente post:

killuminati-soldiers
È inutile fare messaggi di cordoglio per le vittime francesi per due motivi:
1) non cambia niente;
2) è stato il governo ad organizzare quegli attentati per far paura alla popolazione che l’ha eletto\votato, fa parte del ‘gioco’ chiamato democrazia (delle banche).

Come dicevamo nel nostro post Facebook: ecco una pagina Facebook complottistica che afferma pubblicamente che l’attentato terroristico di Parigi è stato orchestrato dal Governo. Una pagina Facebook talmente “informata” che afferma senza alcun dubbio che dietro questo sito ci sia Paolo Attivissimo, a dimostrazione che vedono complotti ovunque.
Senza-titolo-5
La stessa pagina accusa anche Bergoglio:
killuminati-soldiers-Bergoglio
La pagina, inoltre, sostiene che Putin sia uno “sbirro buono”, “gesuita” e condivide articoli in cui si sostiene che sia un “comunista Ebreo”:
putin-ebreo
A seguire il solito Rosario Marcianò, il “guru” delle scie chimiche.

rosario-marciano-parigi
Strage di Parigi. Un altro false flag della massoneria per spingere l’Europa ad entrare nel pianificato conflitto contro la Siria. Le prime testimonianze, subito espunte, parlano di “Individui bianchi, giovani, sui 25 anni, identici ai soldati delle forze speciali”.

Anche per il caso Charlie Hebdo ritenne che si trattasse di una false flag. Ricordiamo anche l’immagine degli specchietti dell’auto usata dai terroristi, di cui avevamo trattato in un nostro articolo.
marciano-false-flag-charlie-hebdo
marciano-false-flag-charlie-hebdo-auto
Per lui fu tutta una sceneggiata, tutta scenografia con tanto di furgoni a noleggio:
marciano-false-flag-charlie-hebdo-furgoni
La più ridicola delle teorie e delle “prove” mostrate dal signor Marcianò fu quella della pianta che si vedeva nel video, ma che su Google non si vedeva: scenografia.

marciano-false-flag-charlie-hebdo-pianta
Notavo anche che in tutte le riprese di Google Maps dal 2008 ad oggi quella finestra non ha mai visto la pianta grassa delle riprese che, magari, è stato aggiunta per esigenze scenografiche.

Rendiamoci conto dell’affidabilità del personaggio e delle ridicole teorie per sostenere la tesi della “scenografia”: “le riprese di Google Maps dal 2008 ad oggi”, “aggiunta per esigenze scenografiche”.
Da Twitter viene diffusa un’immagine che ritrae un vecchio caso di disinformazione e complottismo: una donna presente in 4 attentati diversi, secondo i complottari un’attrice. Certo che l’NWO è a corto di soldi per dover ricorrere alla stessa persona in ogni luogo.
tweet-complottaro
Ovviamente qualcuno in Italia ha sfruttato l’occasione. Eppure non ci vuole un esperto di riconoscimento facciale per capire che si tratta di persone diverse.
In un commento al suo post, Rosario Marcianò si domanda se ci siano state davvero delle vittime:
noparole
—————————————————————–

BUFALE

Il sito Salute360gradi pubblica un articolo dal titolo “UNA RAGAZZA ITALIANA SOPRAVVISSUTA ALL’ATTENTATO DI PARIGI, ECCO COSA HA SCRITTO ALLA MADRE IN TEMPO REALE“. La categoria dell’articolo? “Umorismo“.
zujoc
Si tratta di una bufala (che abbiamo spiegato in un nostro articolo), creato tramite un generatore di falsi messaggi per iPhone:
generator-fake-ios7-message
Oltre a quello del messaggio Whatsapp pubblica anche un articolo in cui vengono pubblicate due foto di due presunti attentatori. Nel nostro articolo spieghiamo la reale identità delle persone ritratte.
foto-salute360gradi
Nella giornata di sabato 14 novembre 2015 un account Twitter ha diffuso delle fotografie ricollegate ai fatti di Parigi. Peccato che le foto riguardino tutt’altro.
false-foto-twitter
 
Tra il 14 e il 15 novembre è stata diffuso il selfie di un presunto terrorista, ma alla fine si è trattato di una foto modificata ad arte (ma in maniera pessima):
sfatato
 
Il sito “satirico” IlGioMale.it diffonde una bufala su Putin, sostenendone una falsa dichiarazione in cui viene sostenuto un prossimo bombardamento all’Isis con il nucleare.
bufala-giomale-putin-isis-nucleare
 

Disinformazione

Dal 15 novembre 2015 i media italiani affermano che le bombe ritratte nella seguente foto siano state lanciate dall’esercito francese nel recente bombardamento a Raqqa. Le bombe in questione non sono in dotazione dell’esercito francese e sono state scattate e pubblicate da soldati americani.
wtf-14-novembre
Circolano alcune foto segnaletiche di terroristi accusati di essere gli attentatori di Parigi, ma in realtà riguardano un caso legato ad un operazione anti terroristica britannica del 2013.
post-segnalato

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News