CLICKBAIT Filippine – Pescate strane creature degli abissi

di Luca Mastinu |

CLICKBAIT Filippine – Pescate strane creature degli abissi Bufale.net

Ci segnalano un post pubblicato oggi 6 Marzo 2017 sulla pagina Facebook ufficiale della testata Corriere della Sera:

Lo shortlink ci indirizza all’articolo pubblicato il 21 Gennaio 2015 su Corriere.it con il titolo “I «mostri» del mare (e non solo): animali che mettono paura a vederli“. L’articolo è una serie di 39 schede, e come prima pagina troviamo esattamente la stessa foto dei pesci misteriosi riportati sulla fanpage:

I pescatori raccontano di essere rimasti sbalorditi quando li hanno tirati fuori dall’acqua. Metà pesci, metà gamberi, individuati al confine marittimo tra Filippine e Indonesia, a 300 metri di profondità. Nascosti, mai visti prima, in realtà sono stati identificati degli esperti come una particolare specie di Peristediidae, simili alle gallinelle, che si trovano nei mari tropicali e subtropicali.

Come precisato, infatti, non abbiamo a che fare con strane creature bensì con il pesce forca (Peristedion cataphractum) della famiglia Peristedidae, pesce osseo diffuso in tutto il Mar Mediterraneo e nell’Oceano Atlantico, dal golfo di Guascogna al Senegal. La foto era già disponibile in rete il 2 Aprile 2014, come testimonia un post del sito Fishingthephilippines.com.

Il pesce vive anche fino a 500 metri di profondità e non è esattamente sconosciuto al territorio italiano. Infatti sul sito colapisci.it troviamo una tabella che indica i vari modi di descrivere il pesce nei principali dialetti:

Colapisci.it

Ecco perché parliamo di Clickbait: dalla pagina del Corriere invitano il lettore a cliccare sul link per scoprire di cosa si parli, informazione fruibile solamente con la lettura dell’articolo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

ATTENZIONE - L'articolo verrà successivamente completato con un FACT-CHECKING COMPLETO, ma per ora presenta un TAG PROVVISORIO con le informazioni fino ad ora raccolte per bloccare la viralità di eventuali bufale. La metodologia è spiegata nella seguente sezione: https://www.bufale.net/fact-checking-prearticoli

Latest News