Ci si ammala intenzionalmente con il Covid-19 Party a Walla Walla: passo indietro della Polizia

di Redazione Bufale |

Covid-19 Party
Ci si ammala intenzionalmente con il Covid-19 Party a Walla Walla: passo indietro della Polizia Bufale.net

In questo periodo, le precisazioni a tema Coronavirus sono all’ordine del giorno, come abbiamo notato anche con la questione del Covid-19 Party a Walla Walla. Dopo aver chiarito diverse questioni nel nostro Paese, come gli scarcerati del 41-bis un paio di settimane fa, oggi bisogna concentrarsi sugli Stati Uniti. In particolare, in questi giorni ha preso piede la notizia secondo cui sarebbero state organizzate diverse feste, invitando i contagiati, in modo tale da beccare il virus per poi diventare immuni.

Alcune precisazioni sul Covid-19 Party a Walla Walla

Ebbene, grazie al Seattle Times abbiamo finalmente qualche informazione più precisa sull’argomento. Alcuni esponenti del corpo di Polizia nella contea di Walla Walla hanno ora ritirato la loro affermazione secondo cui alcune persone avevano dato vita veri e propri Covid-19 Party, in cui si erano intenzionalmente esposte al Coronavirus. La storia che segue riflette ciò che era noto a partire dal 6 maggio prima di questa sorta di ritrattazione.

La vicenda del Covid-19 Party aveva infatti sollevato tantissime polemiche. Non solo negli Stati Uniti e a Walla Walla, ma in giro per il mondo. Non è un caso che il segretario di stato John Wiesman abbia rilasciato dichiarazioni precise in merito: “C’è ancora molto che non sappiamo di questo virus, compresi eventuali problemi di salute a lungo termine che possono verificarsi dopo l’infezione. Questo tipo di comportamento non necessario può creare un aumento prevenibile nei casi, che rallenta ulteriormente la capacità del nostro Stato di riaprire gradualmente“.

In pratica, ora le autorità affermano che il Covid-19 Party a Walla Walla prevedesse assembramenti, ma non allo scopo di infettarsi. Sono state feste dove si poteva incrociare un contagiato e chi vi partecipava ne era cosciente, ma non necessariamente erano presenti infetti. Staremo a vedere i numeri dei prossimi giorni se confermeranno o meno questa tesi.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News