Ribaltato il caso Aurora Leone: querela Pecchini a lei e a Ciro Priello ribadita a Selvaggia Lucarelli

di Redazione Bufale |

Aurora Leone
Ribaltato il caso Aurora Leone: querela Pecchini a lei e a Ciro Priello ribadita a Selvaggia Lucarelli Bufale.net

Stiamo seguendo da giorni il caso di Aurora Leone e Ciro Priello, dopo che l’attrice ha pubblicato dei contenuti sui social annunciando di essere stata discriminata da Gianluca Pecchini, ormai ex Direttore Generale della Nazionale Cantanti. Ieri, a tal proposito, ci siamo concentrati sulla presa di posizione di Mogol con un articolo specifico e, nel tentativo di fare luce su quanto avvenuto lunedì sera (riportando entrambe le versioni), è giusto dare risalto anche a quanto affermato dal diretto interessato.

Ufficiale la querela di Pecchini ad Aurora Leone e Ciro Priello dopo l’intervista a Selvaggia Lucarelli

L’intervista che Gianluca Pecchini ha rilasciato a Selvaggia Lucarelli, come si nota su TPI, è importante. Solo così, infatti, possiamo contestualizzare dal suo punto di vista la decisione di dimettersi dalla carica ricoperta per tanti anni con la Nazionale Cantanti. Senza dimenticare la decisione di Eros Ramazzotti di non partecipare alla partita del cuore il giorno dopo. Due dettagli che sembravano confermare senza dubbio alcuno le versioni di Aurora Leone e Ciro Priello, dopo la discussione avvenuta in albergo con il dirigente.

Il link fornito in precedenza serve proprio a consultare l’intervista completa, in modo che tutti possano farsi un’idea. Questo, in attesa che la situazione venga chiarita dai diretti interessati nelle sedi opportune. Riassumendo, la querela di Gianluca Pecchini nasce dal fatto che, a suo dire, Aurora Leone e Ciro Priello non avrebbero detto la verità. I due, infatti, sarebbero stati semplicemente invitati a spostarsi nel tavolo accanto, in quanto il dirigente è solito isolare la Nazionale Cantanti il giorno antecedente alla partita.

Nessun episodio di sessismo e nessun trattamento differenziato per Aurora Leone e Ciro Priello. Ancora, a detta di Pecchini, alcuni cantanti come Eros Ramazzotti avrebbero deciso di rinunciare alla partita per le pressioni ricevute dai rispettivi fan, dopo che la ragazza ha pubblicato il video d’accusa sui social. A questo punto, dopo la querela confermata a Selvaggia Lucarelli, le parti potranno esporre le proprie convinzioni nelle sedi idonee.

Dal nostro punto di vista, ciò che dicono Gianluca Pecchini, Aurora Leone e Ciro Priello rientra al momento nel “versioni a confronto“. Dopo l’intervista a Selvaggia Lucarelli, però, la notizia della querela diventa automaticamente vera.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News