Chiedono censura sui Maneskin nudi per la copertina di ‘Mamma Mia’: tanti precedenti simili

di Redazione Bufale |

Maneskin nudi
Chiedono censura sui Maneskin nudi per la copertina di ‘Mamma Mia’: tanti precedenti simili Bufale.net

In Italia c’è una strana tendenza che porta qualcuno a chiedere la censura sui Maneskin nudi, in riferimento alla foto scelta per la copertina del nuovo singolo ‘Mamma Mia’, dimenticando quanto avvenuto in passato con altri artisti. Una situazione simile l’abbiamo vissuta alcune settimane fa con Victoria, membro del suddetto gruppo, che a detta di qualcuno aveva dato spettacolo durante un concerto. Situazione ricca di contraddizioni, come vogliamo dimostrarvi oggi 6 ottobre, non certo per una simpatia “a prescindere” verso questi ragazzi.

Perché non ha senso chiedere la censura sui Maneskin nudi per la copertina di ‘Mamma Mia’

In parole povere, per quale motivo non ha alcun senso fossilizzarsi sulla richiesta di censura relativa ai Maneskin nudi per la copertina di ‘Mamma Mia’? In primo luogo, nel post Instagram in questione non appaiono parti del loro corpo degne di una pretesa simile. Insomma, siamo al cospetto di uno scatto che va poco al di là di quello che possiamo osservare ogni giorno sui social. In particolare su Instagram, ma i commenti in rete sono impietosi sotto questo punto di vista:

Riescono ad essere ridicoli vestirsi in un modo raccapricciante e per certi aspetti persino vomitevole oltre che disgustoso. E fare le faccette come la mitica Barbarella nazionale”;
“Anche perché hanno i fisici da lanciatori di coriandoli… Porelli mi fanno tenerezza i maneski”;
“Pochi elementi artistici di cui vantarsi ed ancor meno attributi fisici. Questi bloccano la crescita e visto che ormai si brutti senza cervello, siamo fritti“.

Altri commenti sono più offensivi, chiedendo appunto la censura. Al di là di questo, parlando dei Maneskin nudi sulla copertina di ‘Mamma mia’, viene spontaneo rifarsi ad un articolo di Rolling Stones che ci mostra altre situazioni hot di artisti nel presentare singoli. Senza dimenticare Biagio Antonacci e tanti altri volti noti che hanno scelto questo tipo di strategia comunicativa.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News