Chi vota sì e no al referendum 2020 sui parlamentari: tra Salvini, Meloni, PD e sondaggi fermi

di Redazione Bufale |

Referendum 2020
Chi vota sì e no al referendum 2020 sui parlamentari: tra Salvini, Meloni, PD e sondaggi fermi Bufale.net

Ci sono moltissimi meme e post social che alimentano grande disinformazione a proposito del referendum 2020 sul taglio dei parlamentari, soprattutto a proposito delle propensioni di voto di Salvini, Meloni e PD. Fino ad arrivare alla questione sondaggi, che come potrete notare a breve merita una menzione a parte per un motivo ben preciso oggi 19 settembre. U po’ come avvenuto nelle scorse settimane con un video del tutto decontestualizzato e che vi abbiamo descritto con un approfondimento necessario.

Questione referendum 2020 sul taglio dei parlamentari: votare sì e no tra Salvini, Meloni, PD e sondaggi

Diverse le questioni da prendere in esame questo sabato per avvicinarci al meglio al referendum 2020 concepito per il taglio dei parlamentari. Premesso che si potrà votare domenica e lunedì e che si tratti di una richiesta “confermativa”, chi sceglie il “sì” dà il proprio consenso per il taglio dei parlamentari. Al contrario, chi opta per il “no” punta sul mantenimento dello status quo. Detto questo, è importante evidenziare quali siano le scelte dei singoli partiti.

In assoluto, come evidenziato anche da Fanpage, sono a favore del taglio dei parlamentari schieramenti del calibro di Lega, Movimento 5 Stelle, Fratelli d’Italia e Partito Democratico. Attenzione, però, perché tra i DEM ci sono anche personalità di spicco che hanno espresso pubblicamente un’opinione diversa. Si tratta di Veltroni, De Luca, senza dimenticare altri personaggi di spicco per il PD come nel caso di Prodi e Boldrini.

A favore del “no”, in modo netto e pubblico, abbiamo solo Azione di Calenda e +Europa di Emma Bonino, mentre altri schieramenti lasciano libertà di voto. Premesso che potete trovare ulteriori analisi sul referendum 2020 relativo al taglio dei parlamentari all’interno del nostro sito, occorre in chiusura precisare un concetto sui sondaggi politici. In questo caso, infatti, sono vietati, e al di là delle voci che parlano di un recupero del “no“, ogni notizia in merito è del tutto ufficiosa.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News