Caso di “vaiolo delle scimmie” su barcone: centinaia in quarantena, è emergenza

di Luca Mastinu |

Caso di “vaiolo delle scimmie” su barcone: centinaia in quarantena, è emergenza Bufale.net

Un articolo pubblicato su Voxnews sta prendendo piede di bacheca in bacheca con tutte le disastrose conseguenze della condivisione compulsiva, considerato che si parla di un caso di vaiolo delle scimmie su un barcone di migranti. Proprio per via del titolo scandalistico e della notizia preoccupante nessuno ha notato che si tratta di un articolo del 2014.

L’immigrato infetto a bordo della nave Orione con 396 clandestini sarebbe affetto da vaiolo delle scimmie, una malattia altamente infettiva che richiede l’isolamento e la quarantena di tutte le persone venute a contatto con il malato.

Il vaiolo delle scimmie esiste e per conoscerne la natura vi consigliamo questa scheda presente su MSD Manuals. Tra la fine di giugno 2014 e l’inizio di luglio la nave Orione, all’interno del dispositivo Mare Nostrum, aveva soccorso un barcone e si programmava l’attracco a Catania, ma il Ministero della Salute aveva bloccato l’operazione a causa della presenza di un passeggero affetto da una malattia infettiva subito trasportato in elicottero allo Spallanzani di Roma. Nel frattempo era stata disposta la quarantena degli altri migranti in attesa di attracco.

Il SAP (Sindacato Autonomo di Polizia) per primo, nella persona di Gianni Tonelli, aveva diffuso la notizia del caso di vaiolo delle scimmie come ricorda Popoffquotidiano e la notizia era stata ripresa dai principali quotidiani nazionali. Gli esiti delle analisi, alla fine, avevano riportato che si trattava di varicella e non di vaiolo delle scimmie, dunque la quarantena non era più necessaria e il pattugliatore poteva attraccare a Catania.

Nessun vaiolo delle scimmie e nessun nuovo virus in arrivo in Italia per far compagnia al Coronavirus: la notizia è del 2014 e già allora disinformava, come del resto stanno facendo oggi i condivisori compulsivi che non controllano la fonte dalla quale apprendono le notizie.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News