Caos attorno al consigliere leghista Pietro Burgazzi sulle sardine nere: “Quando non battono, nuotano”

di Redazione Bufale |

Si è dimesso in queste ore il consigliere leghista Pietro Burgazzi, direttamente da Cremona. Troppo grave la sua uscita social nei confronti di alcune sardine nere. Come si potrà notare dall’immagine che abbiamo riportato nel nostro articolo di oggi 11 dicembre, infatti, l’esponente del Carroccio si è lasciato andare con un post dai toni eccessivi nei confronti di alcune ragazze di colore che nei giorni scorsi hanno manifestato. Premesso che tali proteste sono mosse sempre dall’avversione politica nei confronti di Salvini e del suo partito, evidentemente quanto dichiarato dal diretto interessato ha irritato non poco anche i suoi colleghi.

Cosa ha detto Pietro Burgazzi sulle sardine nere

In effetti, il post di Pietro Burgazzi (ora rimosso, come si potrà notare dall’apposito link) è di gravità estrema, considerando la frase con cui ha accompagnato l’immagine delle sardine nere impegnate nella protesta: “Se non battono, nuotano“. Un chiaro riferimento a luoghi comuni, riguardanti la prostituzione di donne di colore, a quanto pare condannato senza attenuanti anche dalla sezione alla quale il consigliere apparteneva. Almeno sulla carta.

Si tratta a conti fatti della seconda uscita completamente fuori dagli schemi da parte di un consigliere leghista, dopo quella riguardante la possibile fucilazione di Conte per alto tradimento, secondo le informazioni che vi abbiamo fornito pochi giorni fa sulle nostre pagine. La notizia relativa alle dimissioni di Pietro Burgazzi è stata confermata anche da una fonte locale come Crema Oggi, in attesa di comunicazioni ufficiali che ci aiutino ad inquadrare meglio la situazione che si è venuta a creare a partire dallo scorso 7 dicembre, quando è stato pubblicato il post in questione.

Insomma, una vera e propria bufera quella che si è scatenata in queste ore attorno al consigliere leghista Pietro Burgazzi, con un’uscita senza precedenti nei confronti delle sardine nere che hanno protestato in piazza pochi giorni fa.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News