Cameriere filippino picchiato perché scambiato per cinese e portatore di Coronavirus: ultime da Assemini

di Redazione Bufale |

Assemini
Cameriere filippino picchiato perché scambiato per cinese e portatore di Coronavirus: ultime da Assemini Bufale.net

Arrivano notizie poco incoraggianti in queste ore da Assemini, nei pressi di Cagliari, dove un cameriere filippino sarebbe stato aggredito da tre ragazzi del posto dopo essere stato scambiato per cinese. Una vicenda che per certi aspetti lascia senza parole, al di là dell’aggressione in sé che resta ovviamente grave. A suo dire, infatti, lo avrebbero riempito di botte in quanto portatore di Coronavirus. Insomma, la sua unica colpa, in questo particolare momento storico, sarebbe stata quella di essere visto come un cinese.

La testimonianza del ragazzo picchiato ad Assemini per il Coronavirus

La vicenda dal suo punto di vista appare chiara ed è stata riportata anche da Next Quotidiano, con un chiaro riferimento ad un episodio di razzismo. Va detto che in giro per l’Italia stiano aumentando giorno dopo giorno segnalazioni di episodi di questo tipo, esattamente come ad Assemini, quasi a sottolineare il fatto che ci sia profonda ignoranza sul Coronavirus.

Senza voler minimamente mettere in discussione la versione riportata dal ragazzo, il consiglio è quello di attendere gli sviluppi delle attività investigative. I fatti di Frosinone, con la presunta sassaiola verso studenti cinesi e che alla fine ci hanno portato dritti ad una fake news (ve lo abbiamo confermato stamane con un aggiornamento), consigliano la massima cautela verso le reali motivazioni, comunque non giustificabili), che si celano dietro episodi così odiosi. Staremo a vedere quali saranno le prossime notizie provenienti da Assemini.

Qualora vogliate approfondire la vicenda riguardante l’aggressione che il ragazzo dice di aver subito nei pressi di Assemini, in quanto scambiato per cinese e portatore del Coronavirus, a seguire trovate il video dell’intervista che lui stesso ha deciso di rilasciare nel corso delle ultime ore per rendere pubblica la vicenda. Come accennato in precedenza, restiamo in attesa di maggiori informazioni dalla Sardegna prima di giungere alla verità assoluta su questa storia.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News