Bufera sul consigliere leghista Umberto La Morgia: “90% delle denunce di violenza alle donne sono false”

di Redazione Bufale |

Arriva una nuova iniziativa da parte del consigliere leghista Umberto La Morgia, finito al centro delle cronache pochi giorni fa per essersi presentato in Piazza Maggiore vestito da pinguino, tra la derisione della folla come avrete notato con il nostro articolo del fine settimana. Questo personaggio politico, infatti, nelle ultime ore ha voluto dire la sua a proposito del delicato tema sulla violenza verso le donne da parte degli uomini, pubblicando un post che potremmo definire “controcorrente”. Utilizzando toni diplomatici.

Umberto La Morgia
Umberto La Morgia

Cosa pensa Umberto La Morgia della violenza sulle donne

Pur non archiviando del tutto il problema inerente la violenza sulle donne da parte degli uomini, Umberto La Morgia ha deciso di concentrarsi sulla questione opposta. Vale a dire quella che viene esercitata proprio nei confronti del sesso maschile, soprattutto in caso di separazione. Cita testualmente quanto segue:

“La violenza si manifesta anche attraverso l’alienazione parentale (la distruzione del rapporto padre-figlio da parte della madre) e le migliaia di false denunce che le donne usano per avvantaggiarsi sull’uomo in sede di separazione civile, il quale spesso viene ridotto al lastrico”.

A scatenare il putiferio, però, soprattutto l’uscita in cui parla del 90% delle denunce di donne verso uomini, in merito ad episodi di violenza, che alla fine si rivelano non veritiere. Dati ad oggi non confermati da alcun ente ufficiale. Poi il passo indietro dello stesso Umberto La Morgia, con un altro post Facebook dopo aver cancellato quello originale:

“In merito al post di ieri, mi dispiace molto di essere stato approssimativo e inopportuno nel giorno dedicato alla tutela delle donne e mi scuso se qualcuno si possa essere sentito offeso. I dati che ho citato mi sono stati forniti dalle associazioni di genitori separati. Io per indole e inclinazioni, sono particolarmente vicino alle persone che subiscono violenza di ogni tipo e auspico politiche capaci di superare le contrapposizioni ideologiche e di promuovere alleanze tra i generi e le generazioni. Sono, inoltre, fiero che la Lega abbia introdotto il “Codice Rosso” a tutela delle donne, come ho sempre ampiamente comunicato nei miei post nel periodo in cui detta legge era in discussione”.

Insomma, il suo errore sarebbe stato quello di non aver verificato i numeri che gli erano stati forniti. Per correttezza d’informazione, è giusto anche precisare che la sezione Emilia Romagna della Lega aveva in precedenza preso le distanza da Umberto La Morgia e le sue esternazioni a proposito delle statistiche sulle denunce di violenza verso le donne da parte degli uomini.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News