Bufera su Il Mattino per la descrizione sull’omicidio di Margno: “Dramma dei papà separati”

di Redazione Bufale |

omicidio di Margno
Bufera su Il Mattino per la descrizione sull’omicidio di Margno: “Dramma dei papà separati” Bufale.net

Sta facendo discutere molto in questi minuti la descrizione da parte de Il Mattino sull’omicidio di Margno. Come tutti sapranno, infatti, la scorsa notte un uomo di 45 anni ha ucciso i suoi due bambini, per poi togliersi la vita gettandosi da un ponte. Il 45enne, secondo quanto riportato da diversi organi di stampa locali, era in procinto di divorziare da sua moglie, ma a quanto pare non ha mai accettato una decisione simile. Anche per questa ragione, la vicenda ha scosso l’opinione pubblica italiana.

Come il Mattino ha descritto l’omicidio di Margno

In particolare, la polemica su Il Mattino nasce da un post pubblicato sui social dalla nota testata. La questione non verte tanto sull’articolo linkato, quanto sulla descrizione social. Ora troverete la versione corretta, vale a dire “Papà separato, ha ucciso i figli nel sonno”. Tuttavia, cliccando sui tre puntini, quindi su altre opzioni e poi sulla cronologia delle modifiche, troverete la descrizione originale: “Dramma dei papà separati“.

In tanti, hanno visto dietro questo approccio sull’omicidio di Margno una sorta di giustificazione sullo stato emotivo dell’uomo, prima di uccidere i suoi figli. Fortunatamente, come vi abbiamo appena riportato, dopo qualche ora Il Mattino ha pensato bene di aggiornare quel testo. Resta, comunque, lo scivolone iniziale.

Staremo a vedere nei prossimi giorni cosa ci diranno le indagini sull’omicidio di Margno, per uno dei fatti di cronaca più brutti di questo 2020. Sarà interessante capire se nelle prossime ore ci saranno prese di posizione ufficiali da parte di Il Mattino, dopo le polemiche che sono sorte sui social a proposito della descrizione utilizzata per l’articolo inerente i recenti gravi fatti di cronaca ormai noti al pubblico qui in Italia.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News