BUFALA Vancanze estive solo Luglio. Le scuole riapriranno ad Agosto! – bufale.net

di Shadow Ranger |

BUFALA Vancanze estive solo Luglio. Le scuole riapriranno ad Agosto! – bufale.net Bufale.net

bufala-scuola-vacanze-luglio
Siamo ad Aprile. L’anno scolastico in corso non è ancora finito, ma già gli studenti possono sognare l’arrivo di Giugno, e del meritato riposo.
Ed indignarsi davanti a presunte notizie come la seguente:

Si parlava di questa triste notizie per gli studenti già da mesi. Non si sapeva se era vero o falso, era una semplice proposta parlamentare che ora è divenuta LEGGE! Tutto ciò era stato proposto dal Ministro del Lavoro Giuliano Proietti il quale intendeva cedere solo un mese di vancaza, Luglio, per poi riprendere gli studi ad Agosto con materie tecniche e di lavoro, come laboratori ecc. Tutto ciò era previsto anche dal progetto nazionale “La bella scuola“.
Questa legge è stata approvata quest’oggi in parlamento con un totale di 460 voti a favore.
Non si sa se verrà attuata gia nell’anno scolastico 2014/15.

Ma in questo caso meglio avrebbero fatto a leggere il disclaimer del sito Netnews24 – Corriere  Giornaliero che esplicitamente riporta:

Il Corriere Giornaliero è un sito satirico e di burle, per tanto le notizie sono false e create a scopo di divertimento e passa tempo dell’autore stesso. Ogni singola notizia è priva di fondamento e fatta in modo “satirico” quindi personaggi e altro saranno casualmente inventati.
L’intento è di scrivere per puro caso, come “passatempo” e anche di far divertire la gente con notizie divertenti.

Potresti trovare notizie “crude” e che potranno magari, darti fastidio quindi ti invito a contattare se pensi che qualche articolo sia offensivo.

Anche questa pertanto è una notizia burla.
E gli elementi c’erano tutti per poterla identificare come tale ancora prima della conferma esplicita.
Innanzitutto la presunta legge “approvata quest’oggi” semplicemente non esiste (difatti si parla genericamente di una presunta ed erronea “approvazione in parlamento”). In secondo luogo si parla di un fantomatico “progetto nazionale La Bella Scuola“, evidente deformazione del DDL La Buona Scuola.
Infine, anche volendo ipotizzare che oggetto della beffa sia un giovane studente distratto e non incline ad occuparsi della vita sociale del paese, ci sarebbero da esprimere seri dubbi sulla potestà del Ministero del Lavoro nei confronti dell’ordinamento scolastico.
Ma evidentemente i 2900 condivisori della notizia non si sono posti questi problemi.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News