BUFALA Umbrella Corporation: l’azienda dietro i mortali vaccini di cui nessuno parla – bufale.net

di Shadow Ranger |

Ne abbiamo recentemente parlato sulla nostra pagina social: a volte gli amici di Adotta anche tu un Analfabeta Funzionale ci segnalano come il pubblico di Internet, il fantomatico “Popolo della Rete” sia incline a credere a tutto. Letteralmente, a tutto.

In questo caso, al “Coriere”, ovvia parodia del Corriere della Sera, che ha deciso di giocare ad un gioco che più volte abbiamo definito assai pericoloso. Un tavolo al quale non ci sono vincitori, il tavolo dell’analfabetismo funzionale e del griefing

Umbrella Corporation è un marchio registrato molto noto nel mondo dell’imprenditoria mondiale in quanto è una multinazionale che si occupa letteralmente di tutto. Possiede una sezione per i trasporti, una sezione per la tecnologia, una sezione alimentare, ma in particolar modo è nota per la sua sezione medica, molte delle medicine che oggi utilizziamo quotidianamente sono state sviluppate dagli scienziati della Umbrella Corporation.

La società è recentemente finita nel mirino dei media di tutto il mondo per i recenti scandali che si è portata addietro. Ma essa ha origini verso la seconda metà del secolo scorso.

Umbrella Corporation, infatti, nasce nel 1968 da Ozwell E. Spencer un membro di una nota famiglia reale britannica, assieme al Dr. James Marcus e Lord Edward Ashford furono anch’essi coinvolti nella sua formazione, ma fu comunque Spencer la vera mente ideatrice della società, all’epoca finanziata dalla nota Veronica Ashford nota in Gran Bretagna per la sua incredibile bellezza. Oggigiorno la società è nota per avere svariate succursali: la Nestlè, la Bayer, Avon, Kirby, la Unilever e molte, molte altre. Nomi dietro i quali si nasconde.

Tuttavia la storia di questa società è costernata da vari scandali, il più grande scandalo della società si ha infatti nel disastro di Raccoon City nel 1998 sottaciuto dai media dell’epoca durante il governo Clinton… la città, un po’ isolata dal resto degli USA in un’epoca in cui internet non era popolare è stata letteralmente distrutta da una catastrofe biologica. Ma queste informazioni sono apparse solo di recente tramite 2Channel, nota chat americana.

A spopolare sul web però non fu solo il disastro di Raccoon City sottaciuto dai media, bensì il fatto che a creare i primi vaccini nella seconda metà del 900 furono proprio gli scienziati della Umbrella Corporation, a metà anni 90, infatti il dr. William Birkin aveva creato dei vaccini per l’epatite, divenuti molto popolari all’epoca, che avevano però più effetti avversi che effetti positivi… pare infatti che la prima versione di questo vaccino inibisse le funzioni più evolute del cervello, rendendo attive solo le funzioni primarie: come mangiare, bere o dormire, tant’è che molti di questi bambini una volta sviluppati i primi denti mordevano i genitori.

All’epoca ciò fu uno scandalo, tanto che si parlava di “Man eater children” nei giornali dell’epoca, purtroppo la Umbrella Corporation se ne lavò le mani licenziando i collaboratori di Birkin, tant’è che già i vaccini prodotti negli anni 70 dalla Umbrella stessa erano stati associati dall’OMS all’autismo tuttavia tutto ciò fu archiviato e finì nel dimenticatoio.

Oggigiorno però la ricerca di un noto gruppo anti bioterrorismo noto col nome di BSAA con a capo il maggiore Chris Redfield ha recentemente reso pubblici da quel che rimane degli archivi della polizia di Raccoon City divisione STARS che spiegano come la società era solita finanziare nelle ricerche solo quello che faceva comodo, negando ogni possibile coinvolgimento. Detto in breve se appariva “possibile causa di autismo” nel rapporto, non ci impiegavano due secondi a toglierlo dal rapporto affinché il vaccino fosse tranquillamente commercializzato.

Agghiacciante poi il coinvolgimento dell’allora presidente Clinton che non solo bombardò all’insaputa del popolo americano e mondiale la città di Raccoon City ormai irrimediabilmente contaminata poiché era stato pagato dalla Umbrella Corporation per insabbiare tutto, come hanno dimostrato i documenti (o quel che ne è rimasto) della divisione STARS della polizia di Raccoon City resi pubblici da Redfield.

Attualmente la BSAA avverte ha avvertito di diffidare sempre quando i governi propongono obbligatoriamente un vaccino, poiché negli ultimi anni la Umbrella Corporation ha fatto vari esperimenti biologici sul controllo della mente fin dai bambini usando dei maiali come cavie.

Chris Redfield infatti ha dichiarato sulla CNN: “Dopo il tradimento di Albert Wesker mio ex collega presso Raccoon City venni a sapere di vere e proprie armi biologiche, ma è proprio da queste armi biologiche che nascono i vaccini… ahimè. Infatti spesso le ricerche e la scienza ufficiale sono pilotate da questa potente società, i medici convenzionali non hanno i mezzi per capire se l’autismo è dato o meno dal vaccino, complice il fatto che se un farmaco è solo dannoso come il 90% degli psicofarmaci in commercio, basta semplicemente togliere dai rapporti che il farmaco fa più male che bene. Usate i social network, usate i vari mezzi per informarvi tra di voi, non fidatevi (sempre) delle fonti ufficiali, informatevi, non limitatevi all’esperto di turno, osservate la realtà e non diate per inequivocabili le parole di un professionista solo perché tale

L’articolo al quale in molti, troppi hanno creduto è un pedestre melange della trama della saga videoludica di Resident Evil, uno tra i Survival Horror più famosi del mondo delle console con rigurgiti antivaccinisti prelevati dagli ansiti della rete, unita ad una foto degli infiniti stand “Umbrella Corporation” (la ditta responsabile, nel gioco, della creazione di virus in grado di trasformare gli esseri umani in grottesche creature simili a zombies) aperti presso fiere di fumetto e videogame a scopo promozionale.

Ovviamente, basta poco a comprendere la portata del gioco.

Gioco basato sul disclaimer del sito:

Crea anche tu disagio e trolla gli analfabeti funzionali, oppure fai qualche news da ridere! Ti aspettiamo

Sostanzialmente la “forza” del Coriere è stimolare i peggiori istinti dei griefers alla tastiera, fungendo da collettore di fake news di tutti coloro che hanno sempre sognato poter entrare nel mondo della viralità ma non hanno i mezzi, le capacità e le competenze per aprire una propria Camera dell’Eco, capitalizzando su quello che abbiamo più volte definito l’istinto del griefer: la volontà di vedere il disinformato non già educato ad una corretta fruizione delle informazioni, ma spinto all’autoumiliazione, se non a perpetuare in eterno gli stessi errori, per fomentare un (infondato) senso di superiorità ed autoaffermazione.

L’aspirante griefer ci guadagna la soddisfazione di vedere la sua creazione viralizzata senza fatica, il Coriere ci guadagna una scorta praticamente inesauribile di articoli virali da spendere per accrescere le proprie visualizzazioni e condivisioni.

Se c’è qualcuno che in questo gioco ci perde, è la qualità complessiva dell’informazione, intaccata da un flusso costante ed inarrestabile di “viralità travestita da satira”.

Esiste infatti un solo modo per smascherare gli analfabeti funzionali, e di certo non è fornirgli nuovo materiale, bensì, come fa la pagina amica Adotta un analfabeta funzionale criticare il loro operato e come facciamo noi rimediare alla disinformazione con corretta informazione.

Come diceva il supercomputer del film Wargames, in molti casi

« L’unica mossa vincente è non giocare. »

Come in questo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News