BUFALA Ufficiale: probito il crocefisso nelle scuole – Bufale.net

di Shadow Ranger |

BUFALA Ufficiale: probito il crocefisso nelle scuole – Bufale.net Bufale.net

bufala-giomale-crocifissi-scuola
Ci viene segnalata la seguente notizia, relativa alla presunta abolizione del crocefisso nelle scuole ad opera del fantomatico giudice Bilden Berg e dell’associazione Sin Dios.
È evidente dal tenore del testo, e dalla sua provenienza, che la storia sia una bufala, costruita a tavolino per strappare risate, condivisioni indignate e likes del lettore.
Infatti il Giomale è un giornale-parodia del più famoso Il Giornale non nuovo a facezie ilari ed altri simili invenzioni.
Il testo rileva la natura grottesca e farsesca della narrazione:

Sentenza storica della corte europea. Secondo quanto afferma il giudice tedesco Berg Bilden, il crocifisso dovrà essere rimosso dalle scuole e dagli uffici pubblici in tutta Europa. Tutto è iniziato anni fa, quando l’associazione atea “SIN DIOS” ha raccolto e protocollato le richieste di buddisti, induisti, islamici, shintoisti presenti sul territorio europeo. I fedeli di queste religioni, infatti, non si sentirebbero rappresentati dal simbolo cristiano.
Il presidente dei “SIN DIOS” ha detto: “Giusta la sentenza del giudice Bilden. Ogni Stato europeo è, prima che cristiano, laico. L’iconografia religiosa, di alcun tipo, nei luoghi pubblici, appare quindi, fastidiosa, sbagliata. Questo non è un atto iconoclasta, di distruzione della storia e delle tradizioni, è invece un atto di civiltà. Siamo felici che la nostra associazione si sia battuta strenuamente e vittoriosamente per una battaglia simile”.
Non ci sta però il vescovo di Cracovia Immanuel Perlacroce che ai nostri microfoni ha dichiarato: “Scandaloso. Pensate se avessimo detto venti anni fa ai nostri genitori, ai nostri nonni, che non avremmo avuto nemmeno il diritto di mostrare in questa terra, cristiana da sempre, i simboli della nostra fede. Sarebbe stato impossibile un tempo. Una sentenza di un giudice senza memoria cancella secoli di cultura, storia, religione. Faremo ricorso”. Dal Vaticano ancora nessuna voce di protesta. Per ora l’unica nota di colore dal mondo cattolico italiano proviene dal prete di Vergate sul Membro Don Andrei che ha detto: “Coi crocifissi curo la gente. Come può un giudice non capire l’importanza della croce che ci protegge da mali di ogni sorta. Vedrete che nei prossimi mesi accadrà qualcosa di brutto senza i nostri simboli ovunque.” Il noto intellettuale Diego Figa ha parlato di attacco all’Europa: “Il capitalismo ha ormai colonizzato ogni spazio del presente. Dall’economia alla mente, ai simboli. Ci vogliono macchine depensanti al servizio dell’industria unica e delle banche. Dobbiamo fortemente schierarci contro questo modello di Europa.” Siamo di fronte alla fine dell’Europa Cristiana? Staremo a vedere

Non sarà sfuggito ai più attenti che:

  1. La città di Vergate sul Membro non esiste, e tale nome, come Sucate viene sovente usato nelle bufale per denotare diocesi e paesi di fantasia
  2. Il giudice Berg Bilden, ovvero Bilden Berg parimenti non esiste, e strizza l’occhio al Bilderberg, l’organizzazione al centro di svariate teorie del complotto
  3. L’associazione Sin Dios parimenti non esiste: nè avrebbe senso per un’associazione asseritamente composta da personalità di diverse confessioni religiose non cattoliche chiamarsi “Senza Dio”
  4. Il riferimento all’immaginario intellettuale Diego Figa è così palese da non dovercisi neppure soffermare

È evidente pertanto la natura farseca della storia.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News