BUFALA Trump: “L’Italia è governata da un branco di incapaci, in Europa non contano nulla”

di Luca Mastinu |

Promotori di bufale e lettori dal click compulsivo hanno sempre bisogno di nuovi eroi. Hanno a cuore il nostro Paese e per questo picchiano il tavolo con livore, mossi dal desiderio e dalla volontà di salvare l’Italia. Non importa se lasceranno il Cremlino o la Casa Bianca. Noi siamo il perno tra i due blocchi che tanto si sfidavano durante la Grande Guerra, ma che oggi si ergono a salvatori dello stivale. Sì, lo faranno eccome, dovessero usare la forza.

Nessuno sa cosa fece retrocedere Vladimir Putin dall’accorrere, valicare le Alpi, bere il primo caffè espresso da neo-Premier a Tarvisio e approdare a Roma per spodestare l’allora Primo Ministro Matteo Renzi e impugnare lo scettro di Presidente del Consiglio. Era parso seriamente determinato a massacrare verbalmente i nostri capi al Parlamento Europeo, quando disse di non poter tollerare l’incapacità dei politici italiani.

Ci volle poco tempo per scoprire che quelle parole non erano mai uscite dalla bocca di Vladimir Putin, e che la bufala andava a riempire la collana di perle della rubrica #PutinCheDiceCose.

Oggi tocca a Donald Trump, e non è la prima occasione.

Ci segnalano un articolo pubblicato il 17 Marzo 2017 sul sito Il Corriere d’Italia:

Trump: “L’Italia è governata da un branco di incapaci, in Europa non contano nulla”

Si è tenuta proprio ieri l’assemblea dell’ONU a Vienna sull’ annosa questione della ondata di profughi e rifugiati che ormai in migliaia ogni giorno stanno invadendo l’Europa e sulle nuove possibili normative che l’Europa, nel suo insieme, come collettivo, deve attuare per cercare di arginare una situazione sfuggita ormai completamente di mano.

C’è stato tuttavia un evento straordinario che che ad un certo punto non ha consentito il consueto svolgimento della riunione e che addirittura ha portato ad una sospensione, se pur temporanea, della stessa.

Il Presidente America Donald Trump, Primo Rappresentante degli Stati Uniti d’America, durante l’intervento del delegato della Nazione Italiana, ad un certo punto ha interrotto l’intervento di quest’ultimo prendendo la parola nonostante in quel momento non avesse diritto di parola.

Queste le fortissime parole del Neo Presidente nei confronti del nostro Paese e dei suoi governanti:

” NON POSSO ULTERIORMENTE TOLLERARE QUESTA PRESA IN GIRO! ( Alzandosi e sbattendo il pugno sul tavolo ndr) Le sue sono parole vuote, prive di un reale senso politico, personalmente reputo il mio tempo importante e non ho intenzione di continuare a perderlo ascoltando i suoi inutli piagnistei. Sono mesi che l’Italia ed i suoi rappresentanti qui presso questa corte, non fanno altro che lamentarsi accampando costantemente scuse e facendo richieste che in realtà altro non sono che vani tentativi di nascondere l’incapacità sua e dei politici Italiani di governare con criterio il Vostro Paese.

Quello che i miei illustri colleghi non hanno il coraggio di dirvi, è che in Europa ormai non contate più nulla, siete solo il fanalino di coda, avete perso ogni forma di autorità che vi contraddistingueva quando c’era il mio Amico Silvio Berlusconi a capo del vostro Paese; non siete in grado di affrontare il vostro debito pubblico, ne il problema dell’immigrazione.

STATE AFFAMANDO IL VOSTRO PAESE, avete tagliato i fondi per l’Istruzione e la Sanità, due cose che ormai sono le persone benestanti possono permettersi; state educando le nuove generazioni all’ignoranza, non pensando che quelli sono gli stessi giovani che un giorno prenderanno in mano le redini del vostro stesso Paese.

Guardate l’economia degli USA, essa prospera, l’economia è in forte, fortissima ripresa dopo la crisi che ha colpito il mondo intero; noi ci prendiamo cura dei nostri giovani e non abbandoniamo chi ha bisogno di aiuto.

In quello che ho appena detto, caro Primo Ministro ci sono molti consigli che vi invito a carpire, io non ho intenzione di perdere ulteriormente tempo, arrivederci.”

Queste le parole di Donald Trump che hanno scioccato l’intera assemblea e che ha portato, ai continui richiami prima, ed alla sospensione dopo del consiglio in corso.

Un discorso dai toni molto forti, che ha colto alla sprovvista il delegato Italiano che ha lasciato l’aula in evidente stato di agitazione e che alle domande dei cronisti che praticamente lo assediavano, ha risposto con un secco ” no comment” .

Le analogie con il vecchio articolo su Vladimir Putin, pubblicato originariamente su Orgoglio Italiano e smentito dal nostro staff il 31 Dicembre 2016, sono sorprendenti. Donald Trump è furente, troppo.

Guardate l’economia degli USA, essa prospera, l’economia è in forte, fortissima ripresa dopo la crisi che ha colpito il mondo intero; noi ci prendiamo cura dei nostri giovani e non abbandoniamo chi ha bisogno di aiuto.

Alla pari di Putin:

Guardate madre Russia, guardate come prospera, i giovani si istruiscono, l’economia è sempre più forte! Non starò qui a perdere altro tempo, il mio consiglio l’avete avuto!

Sì, c’è bisogno di nuovi eroi contro nuovi demoni. Finché tali non saranno, c’è bisogno di nuove bufale. Intanto, rieccoci con #TrumpCheDiceCose. Cose che non hanno riscontro in alcuna testata ufficiale e in alcun comunicato. Bufala, dunque. Il Corriere d’Italia si dichiara magazine satirico nel disclaimer, ma rimanendo sull’esempio de Il Fatto QuotidianoLaNozione, la satira è un’altra cosa.

Latest News