BUFALA Su Facebook sta girando una certa Angela Angy Cassano si spaccia come femmina ma in realtà è un Pedofilo – Bufale.net

di David Tyto Puente |

BUFALA Su Facebook sta girando una certa Angela Angy Cassano si spaccia come femmina ma in realtà è un Pedofilo – Bufale.net Bufale.net

bufala-ANGELA-ANGY-CASSANO-pedofilo
Molti utenti ci chiedono informazioni su un articolo pubblicato dal sito Leggerenotizie.it su una presunta “Angela Angy Cassano“, il quale sarebbe un uomo che si finge donna e considerato addirittura pedofilo. L’articolo venne pubblicato il 4 dicembre 2013.
Nonostante fosse un articolo vecchio, due pagine Facebook le hanno condivise generando numerose condivisioni allarmanti da parte degli utenti:

Ecco il testo dell’articolo:

foto-angela-angy-cassano
Ragazze su Facebook sta girando una certa ANGELA ANGY CASSANO si spaccia cm femmina ma in realtà è un Pedofilo, condivide foto di ragazzini sul suo profilo cn dei commenti davvero orribili da far venire la pelle d oca… Spero ci aiutate a segnalare questo lurido maiale.. graziee Lo STAFF
Questa è la foto del suo profilo…

Abbiamo cercato notizie a riguardo, ma di questa presunta “Angela Angy Cassano” e la storia ad essa/esso collegata ne parla solo il sito Leggerenotizie.it.
In merito alla foto, l’unico sito che la riporta è sempre Leggerenotizie.it.
Consideriamo i seguenti punti:

  • si cita una presunta “Angela Angy Cassano”, ma senza riportare il link al suo profilo Facebook per avviare le segnalazioni;
  • se ci si trova davanti ad un pedofilo online non si fanno annunci online perché la gente segnali, ma si contattano le autorità competenti;
  • scrivendo un articolo del genere si da occasione all’accusato di cancellare account, foto, e quanto si vuole da Facebook.

Casi come questo esistono, non c’è alcun dubbio, ma per come è impostata la notizia di Leggerenotizie.it è chiaro che siamo di fronte ad una bufala e ad una classica “catena”.
Un caso simile sarebbe realmente accaduto in Italia sempre nel 2013. In quel caso venne fatta una denuncia che conseguì all’arresto di un imprenditore italiano che si fingeva donna per adescare ragazzine minorenni:

Pesaro, 22 agosto 2013 – E’ stata la denuncia di una minorenne adescata su Facebook a far scattare le indagini che hanno portato all’arresto di un imprenditore di 44 anni, incensurato, residente nella provincia di Pesaro-Urbino. Le accuse sono violenza sessuale, pornografia minorile e produzione di materiale pedo-pornografico (con l’aggravante di avere ingannato le vittime sulla sua reale identita’) nei confronti di 28 ragazze, per lo più minori di 14 anni.

Non si combatte la pedofilia online bloccando o segnalando a Facebook un profilo sospetto, sempre che quello di “Angela Angy Cassano” sia realmente esistito.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News