BUFALA Soros rischia il carcere per $1,8 miliardi di contributi “elettorali”

di Bufale.net Team |

BUFALA Soros rischia il carcere per $1,8 miliardi di contributi “elettorali” Bufale.net

I siti web Hyperpartisan hanno diffuso delle false affermazioni sui contributi del miliardario George Soros ai candidati di procuratore distrettuale di quest’anno.

Secondo i siti, il miliardario rischierebbe anni di prigione per 1,8 miliardi di dollari di contributi “intercettati” alla campagna dei candidati alle elezioni come procuratore distrettuale in varie aree degli Stati Uniti.

Questo mese, alcuni siti di ultra destra hanno pubblicato articoli contenenti l’affermazione secondo la quale Soros poteva “ufficialmente andare in prigione per anni”.

Ad esempio, il seguente estratto è stato preso da un post sul blog viralitythings.us del 4 luglio 2018:

Breaking news: $ 1,8 miliardi di Soros appena intercettati: potrebbe ufficialmente andare in prigione per anni.

Le affermazioni

L’affermazione è quella secondo la quale George Soros starebbe ancora investendo i suoi soldi per manipolare delle elezioni e rimodellare il sistema giudiziario della nazione.

Soros lo avrebbe fatto versando 1,8 miliardi di dollari in quattro delle 56 elezioni per procuratori distrettuali in California, del 5 giugno. Anche altri ricchi donatori progressisti liberali avrebbero versato milioni di dollari in queste elezioni.

I gruppi liberali avrebbero offerto il loro sostegno agli aspiranti procuratori che favoriscono i più bassi tassi di incarcerazione, misure repressive sui comportamenti scorretti della polizia e cambiamenti nel sistema della cauzioni per discriminare i poveri, secondo il Los Angeles Times.

“Queste persone che vogliono creare la propria politica sociale non sono degne dell’incarico”, avrebbe detto al quotidiano l’ex procuratore distrettuale della contea di Los Angeles Steve Cooley.
Nonostante il titolo, tuttavia, in nessun punto del post si affermava, in realtà, che il denaro di Soros era stato “intercettato”. Nessun dettaglio era stato fornito e tanto meno si affermava il rischio di condanna.

Cosa scriveva realmente il Los Angeles Times

Nessuna di queste accuse si trovava nell’articolo del Los Angeles Times del 23 maggio 2018, citato come fonte principale delle affermazioni dei siti di ultra destra. L’articolo del Times era incentrato sulla quantità di denaro senza precedenti che fluivano dai ricchi donatori liberali alle campagne elettorali locali.
Soros è solo il più grande finanziatore, ma non l’unico. Sebbene l’articolo sollevasse domande sulla saggezza e la correttezza dei sovvenzionamenti in queste elezioni, non ha attribuito alcuna illegalità alle azioni di Soros.

Il blog ha anche distorto l’ammontare totale del denaro: $ 18,97 milioni a maggio 2018 (secondo il Times), e non $ 1,8 miliardi come affermato. Nessun rapporto ufficiale contiene quella cifra.

L’articolo originale sembra essere stato pubblicato sul sito web Right Wing News il 25 maggio 2018, da Terresa Monroe-Hamilton, la cui firma appare su molti altri articoli di quel sito e su altre pubblicazioni web di estrema destra.

Il titolo dell’articolo è stato anche modificato, per renderlo più morbido e farlo passare come un’opinione. Anche la quantità dei finanziamenti, all’interno dell’articolo, è passata da miliardi a milioni. Insomma, una vera retromarcia.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News