BUFALA Renzi. Dal 2017 sarà ELIMINATA la pensione d’invalidità, per coprire le spese pubbliche

di Luca Mastinu |

bufala renzi invalidità

Ci segnalano questo articolo pubblicato il 1° Novembre 2016 su webitalia360:

Il debito pubblico italiano è cresciuto di 83,3 miliardi, pari al 3,9%, dall’inizio dell’anno. Lo rende noto la Banca d’Italia nel supplemento al bollettino Statistico, sottolineando che a maggio 2016 il debito tocca un nuovo record storico a 2.218,2 miliardi di euro.°°

Il debito è cresciuto in un solo mese di 23,4 miliardi. Così il Governo Renzi, non sapendo dove recupare il fondi necessari a colmare questo enorme deficit, ha emanato un nuovo provvedimento di legge, che prevede l’eliminazione della pensione per invalidi e disabili.

“Con il nuovo decreto di legge, emanato il 13 settembre a partire dal primo gennaio 2017 viene revocato l’assegno mensile che spetta ai mutilati e invalidi civili di età compresa tra i diciotto e i sessantacinque anni, nei cui confronti, in sede di visita medica presso la competente commissione sanitaria, sia stata riconosciuta una riduzione della capacità lavorativa in misura non inferiore al 74% (invalidi parziali), che siano incollocati al lavoro. Si prega di informare il cittadino italiano nel più breve tempo possibile affinchè possa adeguarsi alle nuove regolamentazioni dello Stato Italiano.”

Noi stessi ci siamo detti: ancora?

Potremmo parlare di bufala-fenice, perché risorge sempre dalle proprie ceneri. Stiamo parlando di un falso che riprende il suo giro, costantemente, di fonte in fonte. Inattendibile, si capisce. Usiamo questa premessa perché avevamo già dedicato i nostri spazi a questa smentita. Più precisamente, ne abbiamo parlato in questo articolo di Shadow già dal Dicembre 2014, per poi riprenderlo in questo articolo di Claudio del Febbraio 2016.

Riassumendo, la notizia presa in esame fa uso di un incipit preso da un articolo di Huffington Post pubblicato il 14 Luglio 2015:

Il debito pubblico italiano è cresciuto di 83,3 miliardi, pari al 3,9%, dall’inizio dell’anno. Lo rende noto la Banca d’Italia nel supplemento al bollettino Statistico, sottolineando che a maggio 2015 il debito tocca un nuovo record storico a 2.218,2 miliardi di euro.

Preciso, identico. Per indignare si fa poi uso di un topic oltremodo delicato e agitatore di coscienze: il mondo dei diversamente abili e le pensioni loro spettanti. Alla giusta combinazione per scatenare disinformazione e sensibilità ad essa condotta si apporta l’ingrediente sempre attuale e sempre costante: Matteo Renzi. Esiste ancora una esagerata percentuale di lettori e utenti che è solita affidarsi a un semplice meme per trovare verità. Una verità distorta e ingannatrice, falsa. Un ossimoro.

Webitalia non ha un disclaimer che renda l’idea della sua mission, solo un sottotitolo bizzarro:

Su questo sito vi aggiorneremo in tempo reale su tutto quello che succede nel mondo.

Bufala, nella totalità di quanto troviamo nei suoi contenuti.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News