BUFALA Paul McCartney è morto nel 1966 – La conferma arriva da Ringo Starr – Bufale.net

di David Tyto Puente |

BUFALA Paul McCartney è morto nel 1966 – La conferma arriva da Ringo Starr – Bufale.net Bufale.net

bufala-morto-Paul-McCartney
Notizia shock? Paul McCartney sarebbe morto addirittura nel 1966? Capite già che tutto ciò non ha senso. La notizia è stata riportata da un sito, Notiziedalmondo.ovh, e la fonte è, tanto per cambiare, il Corriere del Mattino. Ecco il testo:

Sono anni che circolava la presunta notizia, da molti dichiarati una leggenda metropolitana, che Paul McCartney fosse morto nel 1966 e che quello attuale fosse un suo sosia, istruito nei minimi dettagli per imitarlo alla perfezione, assunto per non distruggere i Beatles nei loro anni più fiorenti, nel pieno della carriera.
Ma, come un fulmine a ciel sereno, secondo il quotidiano americano worldnewsdailyreport (link qui), il batterista fondatore dei Beatles avrebbe confermato tutto, ponendo fine al mistero e quindi sarebbe lui l’unico vero membro originale ancora vivo del quartetto musicale leggendario inglese.

Questa volta non è propriamente farina del sacco del Corriere del Mattino, i quali hanno riportato la notizia da un sito chiamato Worldnewsdailyreport .com. Il sito in questione, tuttavia, è un agglomerato di bufale. Potremmo dire che si tratti di una sorta di Corriere del Mattino.
Leggiamo, inoltre, il contenuto della pagina “About us”:

World News Daily Report is an American Jewish Zionist newspaper based in Tel Aviv and dedicated on covering biblical archeology news and other mysteries around the Globe.
Our News Team is composed of award winning christian, muslim and jewish journalists, retired Mossad agents and veterans of the Israeli Armed Forces.
We are based in Tel Aviv since 1988 where are published more then 200,000 copies of our Daily Report paper edition everyday.

Un “giornale” di stampo sionistico ebraico americano che si occuperebbe di archeologia biblica e di altri misteri del mondo, con uno staff composto da cristiani, musulmani, ebrei ed ex agenti del Mossad e delle forze armate israeliane. Insomma, detto tutto. La cosa più divertente è leggere la pagina relativa al disclaimer, la quale chiarisce ancora di più, anche per i più scettici, i contenuti del sito:

WNDR assumes however all responsibility for the satirical nature of its articles and for the fictional nature of their content. All characters appearing in the articles in this website – even those based on real people –  are entirely fictional and any resemblance between them and any persons, living, dead, or undead is purely a miracle.

.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News