Nuova legge europea, dal 1 Gennaio 2020 i soldi inseriti nel carrello saranno donati agli immigrati

di Redazione Bufale |

Sta girando nuovamente la fake news secondo cui, a partire dal 1 gennaio 2020, i soldi inseriti nel carrello saranno donati agli immigrati e non si potranno più riprendere. Debunkare il meme che sta circolando oggi 27 ottobre è molto semplice, se non altro perché si tratta di una bufala che gira da tempo immemore, come potrete facilmente notare dopo il salto e la foto segnalata questa domenica dai nostri utenti. Insomma, oggi come allora non ci sono leggi del genere in cantiere. Meglio specificarlo.

carrello
carrello

Articolo originale sul carrello del 10 gennaio 2018

Alle 16 di questo stesso giorno – 10 gennaio 2018 – pubblicavamo una guida utile nella quale spiegavamo perché un’immagine con scritta non sovrimpressa non costituisce un’informazione e/o una notizia. Confessiamo che in un primo momento non era nelle nostre intenzioni offrire la nostra analisi su un palese falso. Sapete, pur sottolineando che il nostro lavoro risponde soprattutto alla necessità di coltivare un nuovo terreno – più pulito e sano – per i condivisori compulsivi che impareranno a distinguere una notizia falsa da una verità, veniamo spesso considerati bacchettoniesagerati e – nel peggiore dei casi – autori delle stesse bufale.

Perdonateci, dunque, per l’ovvietà che andremo a trattare nelle prossime righe.

Sì, sappiamo che l’immagine è frutto di uno scherzo postato sul gruppo Facebook Barzellette e sappiamo bene che già diversi commentatori hanno fatto notare che si tratta di una bufala:

Insomma, i supermercati sono il topic del momento. Dopo le bufale sui sacchetti biodegradabili, ora i viralizzatori mettono ancora le mani nelle tasche dei cittadini, parlando di una legge europea che impone di destinare le monete inserite nel carrello agli immigrati. Una formula perfetta, questa, per scatenare l’ira di quanti non colgono lo scherzo. E sì, ripetiamo: sappiamo benissimo che si tratta di uno scherzo.

Ci ritroviamo a intervenire, però, quando le condivisioni superano il migliaio e quando compaiono i commenti dei primi indinniati. Sì, in tal caso è d’uopo fare il nostro ingresso e dire che si tratta di una bufala senza fondamento. Si parte da uno scherzo, ma come l’ospite e il pesce, dopo un pochino la burla inizia a sprigionare cattivo odore e a trasformarsi in bufala.

Ancora, Capitan Ovvio (qui nostro inviato speciale) ci fa dire che non esiste alcuna legge europea che obblighi a destinare i soldi del carrello agli immigrati.

 

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News