BUFALA Migranti Italiani approdano al Porto di New York – bufale.net

di Shadow Ranger |

La via dell’inferno è lastricata di buone intenzioni recita un proverbio, e spesso chi viralizza contenuti per farlo mistifica e perverte la realtà anche se lui stesso si convince di star facendo qualcosa di buono.

È così che ci imbattiamo in questa immagine

Presentata come Migranti Italiani che approdano al porto di New York o simili.

Per quanto la migrazione degli Italiani in America fosse un fenomeno corposo e nutrito, questa foto non ha nulla a che fare con lo stesso.

Si tratta infatti di una veduta della RMS Queen Elizabeth, Transatlantico della Cunard Line adibito per gli anni della Seconda Guerra Mondiale al trasporto truppe

This is troopship Queen Elisabeth. Queen Elizabeth and Queen Mary were used as troop transports during the Second World War. Their high speeds allowed them to outrun hazards, principally German U-boats, usually allowing them to travel without a convoy. Her carrying capacity was over 15,000 troops and over 900 crew. During her war service as a troopship Queen Elizabeth carried more than 750,000 troops, and she also sailed some 500,000 miles (800,000 km).

Questa è la nave per il trasporto truppe Queen Elizabeth. La Queen Elizabeth e la Queen Mary furono usate come trasporto truppe nella Seconda Guerra Mondiale. La loro velocità elevata gli consentiva di evitare rischi, ad esempio gli U-Boat tedeschi, evitando di dover viaggiare in convoglio. Aveva una capacità di 15.000 uomini e 900 truppe. Durante il suo servizio militare come nave di trasporto truppe la Queen Elizabeth trasportò oltre 750.000 soldati e traversò oltre 800.000 km.

The voyage would take about 5-7 days on average to go from the East Coast of the US to the British Isles while bringing troops to Europe. It looks crowded because everyone is on deck as it is pulling into harbor (look at the top of the picture). According to Eisenhower’s memoir some troops were complaining to the press about the slow rate at which they were being returned to the States. He got wind of this and asked a big gathering of troops at an event he was attending whether they wanted to continue filling the ships at normal capacity, or be crammed the hell into them to get home as soon as possible. They overwhelmingly applauded the later option.

Il viaggio di solito impegnava 5-7 giorni per andare dalla Costa Est degli USA alle Isole Britanniche per portare truppe in Europa. La nave sembra particolarmente affollata perché tutti sono sul ponte aspettando di sbarcare al porto (guardate in cima alla foto). Secondo le memorie di Eisenhower alcuni militi si lamentarono alla stampa della lentezza con cui stavano rientrando in patria. Saputo ciò, chiese ad un grande raduno di soldati  di un evento a cui presente se avrebbero preferito viaggiare scaglionati in modo da riempire le navi fino alla loro normale capienza, o di essere stivati fino all’inverosimile per tornare a casa il prima possibile. Tutti applaudirono la seconda ipotesi.

How did anyone find their family members when everyone got off the boat? Actually not anyone entered in contact with their family. The family likely wouldn’t be waiting at the dock unless they lived near the harbor as train transportation was actually pretty expensive. The troops would get off the ship, go to a Western Union office, send their family a telegram telling them when and how they would be getting home, and then they would get the train to there. There were other options, such as long distance telephones, but a telegram would have likely been the most common. It’s also possible for some of the soldiers not to have the money for a telegram, so they just showed up in their old town.

Come fecero tutti i soldati a ritrovare le loro famiglie appena scesi dalla nave? Non tutti lo fecero: le famiglie non li aspettavano quasi mai al porto a meno che non vi vivessero accanto, dato che il trasporto era costoso. I soldati semplicemente, appena scesi, andavano in un ufficio postale a mandare un telegramma ai loro cari dicendo loro quando e come sarebbero tornati a casa, per poi viaggiare in treno. Altre opzioni prevedevano telefonare, ma un telegramma era l’ipotesi migliore. A volte i soldati non avevano neanche i soldi per quel telegramma: semplicemente andavano a casa.

Come vedete, ci sono punti di contatto tra lo sbarco degli immigrati e dei soldati rientrati in America dopo la guerra: ma questo non consente di mistificare un’importante pagina della storia Alleata.

Per la cronaca, finita la guerra, la RMS Elizabeth tornò al suo scopo di translantico di linea, finendo la sua carriera a fine degli anni ’60, per diventare un relitto sommerso dalle parti di Hong Kong dal 1975 in poi.

Latest News