BUFALA Merkel: “L’Italia deve lasciare l’Europa se vince il no al referendum”

di Luca Mastinu |

BUFALA Merkel: “L’Italia deve lasciare l’Europa se vince il no al referendum” Bufale.net

bufala merkel mask

Ci segnalano questo articolo pubblicato l’8 Luglio 2016 da LaRepubblica.info:

Angela Merkel :”se in Italia al referendum costituzionale di settembre vincerà il no, l’Italia dovrà uscire dall’Europa”.

La cancelliera tedesca sostiene che se il “no” sarà vittorioso al prossimo referendum, previsto per settembre, sarà necessario che l’Italia esca dall’Unione Europea.

La leader teutonica motiva la sua affermazione spiegando che della riforma non gliene frega niente e che l’Italia porta sfiga. Difatti il suo calciatore preferito Schweinsteiger ha sbagliato il rigore contro la nazionale azzurra e i tedeschi dopo aver aspettato decenni per vincere una partita contro l’Italia sono stati eliminati il turno successivo con due pere e un arbitro italiano.

La ragione della sua frase è che ha sentito di tutta la gente che si dimette o smette di fare qualcosa in caso di vittoria del no, per questo la vittoria del “no” evoca uno scenario di disoccupazione e nullafacenza. Inoltre Angela è fortemente contraria alla decisione di Pellè di smettere di calciare i rigori.

La Merkel puntualizza: ” ho smesso di credere nell’Italia quando il bello in modo assurdo Giancarlo Magalli non è diventato presidente della Repubblica. Come cazzo scegliete i presidenti? Eppure la Germania ha sempre creduto al buon gusto italiano e Deutsche Bank ha anche investito in Italia.”

88mila condivisioni. Una buona percentuale di utenti, però, ignora il fatto che LaRepubblica.info è un sito satirico, come dichiarato nella sua mission:

Per rendere più chiaro al visitatore la natura comica e satirica degli articoli, non lasciando spazi a dubbi, le conclusioni sono esagerate e incredibili oltre ogni ragionevole dubbio. La natura comica e satirica degli articoli è evidenziata dalla pubblicazione periodica di articoli puramente comici, senza alcuna finalità satirica o riferimenti reali.

Ciò che preoccupa non è la diffusione di un contenuto satirico, ma l’uso che una buona fetta di utenza ne fa. Infatti, la similitudine del nome “La Repubblica” con la testa ufficiale “Repubblica” può confondere e dunque far passare per attendibili le notizie condivise, specie da parte di alcuni lettori che si limitano al titolo, ignorando il contenuto. Il tema del referendum costituzionale è tra i più cliccati del web, per questo la sua condivisione è così diffusa e compulsiva. Per dover di cronaca, dunque, possiamo affermare che le dichiarazioni di Angela Merkel non compaiono in alcuna testa ufficiale sia sul territorio nazionale che su quello internazionale.

Trattasi, dunque, di bufala.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News