BUFALA La lettera di Einstein a sua figlia Lieserl – bufale.net

di Shadow Ranger |

bufale
Esiste un ricco filone di aneddoti, storielle morali, apologhi e narrazioni dal valore educativo, etico o moraleggiante, ovvero semplicemente cariche di emotività, attribuite a questo o quel personaggio famoso.
Tale è il caso del celebre scienziato Albert Einstein, cui Facebook ha attribuito la seguente lettera.

Quando proposi la teoria della relatività, pochissimi mi capirono, e anche quello che rivelerò a te ora, perché tu lo trasmetta all’umanità, si scontrerà con l’incomprensione e i pregiudizi del mondo. Comunque ti chiedo che tu lo custodisca per tutto il tempo necessario, anni, decenni, fino a quando la società sarà progredita abbastanza per accettare quel che ti spiego qui di seguito. Vi è una forza estremamente potente per la quale la Scienza finora non ha trovato una spiegazione  formale. È una forza che comprende e gestisce tutte le altre, ed è anche dietro qualsiasi fenomeno che opera nell’universo e che non è stato ancora individuato da noi. Questa forza universale è l’Amore. Quando gli scienziati erano alla ricerca di una teoria unificata dell’universo, dimenticarono la più invisibile e potente delle forze.
L’amore è Luce, visto che illumina chi lo dà e chi lo riceve. L’amore è Gravità, perché fa in modo che alcune persone si sentano attratte da altre. L’amore è Potenza, perché moltiplica il meglio che è in noi, e permette che l’umanità non si estingua nel suo cieco egoismo. L’amore svela e rivela. Per amore si vive e si muore. Questa forza spiega il tutto e dà un senso maiuscolo alla vita. Questa è la variabile che abbiamo ignorato per troppo tempo, forse perché l’amore ci fa paura, visto che è l’unica energia dell’universo che l’uomo non ha imparato a manovrare a suo piacimento. Per dare visibilità all’amore, ho fatto una semplice sostituzione nella mia più celebre equazione.
Se invece  di E = mc2 accettiamo che l’energia per guarire il mondo può essere ottenuta attraverso l’amore moltiplicato per la velocità della luce al quadrato, giungeremo alla conclusione che l’amore è la forza più potente che esista, perché non   ha limiti. Dopo il fallimento dell’umanità nell’uso e il controllo delle altre forze dell’universo, che si sono rivolte contro di noi, è arrivato il momento di nutrirci di un altro tipo di energia. Se vogliamo che la nostra specie sopravviva, se vogliamo trovare un significato alla vita, se vogliamo salvare il mondo e ogni essere senziente che lo abita, l’amore è l’unica e l’ultima risposta. Forse non siamo ancora pronti per fabbricare una bomba d’amore, un artefatto abbastanza potente da  distruggere tutto l’odio, l’egoismo e l’avidità che affliggono il pianeta.
Tuttavia, ogni individuo porta in sé un piccolo ma potente generatore d’amore la cui energia aspetta solo di essere rilasciata. Quando impareremo a dare e ricevere questa energia universale, Lieserl cara, vedremo come l’amore vince tutto,
trascende tutto e può tutto, perché l’amore è la quintessenza della vita. Sono profondamente dispiaciuto di non averti potuto esprimere ciò che contiene il mio cuore, che per tutta la mia vita ha battuto silenziosamente per te. Forse è troppo tardi per chiedere scusa, ma siccome il tempo è relativo, ho bisogno di dirti che ti amo e che grazie a te sono arrivato all’ultima risposta.
Tuo padre Albert Einstein

È molto dolce e romantica, certo. Carica di speranze, a tratti sembra un po’ semplicistica, da “Bacio Perugina”. Infatti è un falso, di cui i colleghi di BUTAC si sono occupati lungamente.
Basti ricordare, ad esempio, che Albert Einstein ha avuto sì una figlia illegittima di nome Lieserl, ma sconosciuta al grande pubblico e presumibilmente morta un anno dopo la nascita di scarlattina. Sicuramente data in adozione subito dopo la nascita senza che Einstein potesse mai vederla.
Cita una biografia online del celebre Einstein:

Private Einstein letters fell into the hands of the public in the 80ies and caused a lot of sensation, because they revealed that Einstein had an illegitimate daughter with his former fellow student Mileva Maric.
Lettere private di Einstein sono pervenute al pubblico negli anni ’80 ed hanno provocato molte reazioni, sicché hanno rivelato l’esistenza di una figlia illegittima avuta dalla sua ex studentessa Mileva Maric.
Mileva gave birth to a daughter at her parents’ home in Novi Sad. This was at the end of January, 1902 when Einstein was in Berne. It can be assumed from the content of the letters that birth was difficult. The girl was probably christianised. Her official first name is unknown. In the letters received only the name “Lieserl” can be found.
Mileva ha partorito una figlia nella casa dei suoi genitori a Novi Sad. Era la fine di Gennaio del 1902, mentre Einstein era a Berna. Si può presumere dal contenuto delle lettere che fu un parto difficile. La figlia fu probabilmente battezzata, ma il suo nome proprio è sconosciuto. Nelle lettere ricevute si può trovare solo il nome “Lieserl”
The further life of Lieserl is even today not totally clear. Michele Zackheim concludes in her book “Einstein’s daughter” that Lieserl was mentally challenged when she was born and lived with Mileva’s family. Furthermore she is convinced that Lieserl died as a result of an infection with scarlet fever in September 1903. From the letters mentioned above it can also be assumed that Lieserl was put up for adoption after her birth.
Il destino di Lieserl non è chiaro ancora oggi. Michele Zachkeim conclude nel suo libro “La figlia di Einstein” che Lieserl era mentalmente disabile sin dalla nascita e visse con la famiglia di Mileva. È inoltre convinta che Lieserl sia morta di scarlattina nel Settembre del 1903. Dalle lettere menzionate si può anche supporre che Lieserl fu data in adozione dopo la sua nascita.
In a letter from Einstein to Mileva from September 19, 1903, Lieserl was mentioned for the last time. After that nobody knows anything about Lieserl Einstein-Maric.
In una lettera da Einstein a Mileva del 19.09.1903 Lieserl fu menzionata per l’ultima volta. Dopo di ciò, nessuno sa cosa accadde a Lieserl Einstein-Maric.
The reasons why Albert Einstein and Mileva Maric didn’t take her daughter in after her birth won’t be explained here in any more detail.
La ragione per cui Albert Einstein e Mileva Maric non tennero la figlia dello scienziato dopo la sua nascita non sarà spiegata qui in alcun dettaglio.
Even today there is no sign that Albert Einstein has ever seen his daughter.
Ancora oggi non ci sono segni che Einstein abbia mai visto sua figlia.

Abbiamo quindi una figlia illegittima, probabilmente morta in tenerissima età di scarlattina, che Einstein non ha mai incontrato, che nella bufala viene raffigurata con le fattezze dell’interprete di uno spot pubblicitario cui il noto fisico partecipò per la SEAT, ed una relazione fortemente contrastata dai genitori di Einstein, tanto da escludere in assoluto che il noto fisico possa aver avuto il qualsivoglia rapporto genitoriale con la piccola Lieserl.
Abbiamo, ricorda il testo di BUTAC, una nota spagnola di Giugno 2014, tradotta in Italiano ed in Inglese. Ma siamo certi che la presunta destinataria della lettera non possa mai averla ricevuta.
Pertanto, possiamo affermare anche noi che la notizia è una bufala, e la lettera un apocrifo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News